Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1074 volte

Benevento, 05-08-2018 22:53 ____
Calcio: Al Benevento e' sufficiente un tempo per risolvere la pratica Imolese. I giallorossi vincono 3-1
In rete l'intero fronte offensivo composto da Insigne, Coda ed Improta. Domenica prossima la sfida all'Udinese. Bucchi: Sono contento, ma dobbiamo migliorare nella gestione della gara
di Luca Pietronigro
  

Benevento (4-3-3): Puggioni; Maggio, Volta, Costa, Di Chiara; Tello (85' Del Pinto), Viola, Nocerino (63' Bandinelli); Insigne (62' Ricci), Coda, Improta. A disposizione (Montipò, Gori, Sparandeo, Billong, Tuia, Gyamfi, Tazza, Santarpia, Filogamo) Allenatore Cristian Bucchi

Imolese (4-3-3): Rossi; Patrignani, Ciofi, Carini, Tissone (84' Checchi); Valentini, Carrano, Bensaja (91' Rinaldi); Belcastro (88' Tattini), De Marchi, Jukic. A disposizione (Sarini, De Gregorio, Galanti, Garavini, Giannini, Sereni, Stanzani) Allenatore Alessio Dionisi

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1
Assistenti: Giuseppe Opromolla di Salerno e Francesco Fiore di Barletta
IV Uomo: Fabio Natilla di Molfetta
Reti: 1' Insigne, 9' Coda, 27' Improta, 52' autorete Maggio
Ammoniti: Costa, Volta (B)
Angoli: 2-5
Recupero: 0' pt; 3' st
Spettatori: 5030 paganti.

E' bastato poco al Benevento Calcio per avere la meglio sull'Imolese nella gara valida per il secondo turno della fase eliminatoria della Coppa Italia.
I sanniti, infatti, hanno impiegato un tempo per superare gli avversari, imponendosi alla fine con il punteggio di 3-1.
Grazie a questo successo, capitan Maggio e compagni, ora, nel prossimo turno, domenica 12 agosto, saranno di scena sul terreno dell'Udinese.
La partita ha visto la Strega esprimersi alla grande nella prima frazione, salvo poi abbassare i ritmi e controllare il gioco nella ripresa contro un avversario che poco ha potuto contro la forza della formazione giallorossa.
Venendo alla cronaca, mister Bucchi conferma la formazione della vigilia e si affida al 4-3-3 con Maggio, Volta, Costa e Di Chiara davanti a Puggioni.
A centrocampo ci sono Tello, Viola e Nocerino con Insigne e Improta in appoggio alla punta Coda.
Nell'Imolese, il tecnico Alessio Dionisi sceglie anche lui il 4-3-3 con Belcastro e Jukic insieme a De Marchi a comporre il terzetto offensivo.
Partono forti i padroni di casa; nemmeno il tempo di terminare di scrivere gli schiaramenti in campo che il Benevento passa in vantaggio con Di Chiara il quale, dalla sinistra, fa partire un traversone su cui Tissone compie un clamoroso errore lisciando il pallone e permettendo ad Insigne di controllarlo e di far partire un tiro a giro che batte Rossi.
Al 9' il Benevento trova il raddoppio con l'azione che parte sempre dai piedi di Di Chiara il quale serve Coda che prima di testa colpisce con il pallone che viene respinto dal portiere ospite, poi sulla ribattuta gonfia la rete.
Due minuti dopo, sono ancora i locali a spingere sull'acceleratore con una bella triangolazione tra Nocerino, Improta con la conclusione del centrocampista ex Milan che sfiora il palo.
E' interessante anche uno scambio tra Tello e Nocerino con quest'ultimo che si trova tutto solo davanti a Rossi, ma la conclusione è debole e viene respinta dal portiere.
Al 22' i giallorossi hanno una nuova opportunità per trovare il tris con Insigne il quale, dalla destra, appoggia per Tello che supera un avversario e calcia a botta sicura colpendo il legno.
Terza rete di giornata che giunge al 27' su un'azione di contropiede che parte dai piedi di Nocerino il quale serve Insigne che appoggia per Improta.
L'ex Genoa, con una bella acrobazia, supera Rossi ed insacca.
La ripresa si apre con la prima occasione del match per l'Imolese che capita a De Marchi che prova il tiro dal limite, ma Puggioni è attento e respinge.
La risposta del Benevento è in una conclusione dalla distanza di Di Chiara dalla sinistra con il pallone che finisce a lato di poco.
Al 7' l'Imolese riesce ad accorciare le distanze sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Carraro su cui interviene di testa Maggio che beffa Puggioni.
Al 13' ancora rischi per i sanniti che soffrono l'accelerata di De Marchi sulla sinistra, ma è brava la retroguardia a rimediare e ad evitare il passaggio in area.
Poco dopo, sono sempre gli emiliani pericolosi con De Marchi che giunge tutto solo davanti a Puggioni, ma l'estremo difensore di casa si salva e sventa la minaccia.
Al 28' torna a farsi in avanti il Benevento con Viola, con un tiro a giro da fuori area, che per poco non trova l'incrocio dei pali.
E', quindi, la volta dei cambi con Ricci e Bandinelli che prendono il posto di Insigne e Nocerino e poi di Del Pinto per Tello, tra i locali.
Al 34' proprio Ricci serve Coda con l'ex Salernitana che prova il tiro che, però, è debole e viene catturato facilmente da Rossi.
Le ultime emozioni sono una punizione di Bansaja che finisce sopra la traversa ed una conclusione di Bandinelli che mette a lato davanti all'estremo difensore ospite.

Le voci dagli spogliatoi

Cristian Bucchi, allenatore Benevento
"Sono contento del risultato maturato poiché queste sono partite che nascondono diverse insidie.
Quello che mi interessava, comunque, era riuscire a vincere proponendo un buon gioco.
Questa partita doveva fornirci delle indicazioni ed è quello che è accaduto.
Abbiamo cercato di andare oltre i nostri limiti attuali, nella ripresa mi aspettavo un calo fisico ed anche mentale ed ciò è accaduto.
Quello che è importante è non perdere la lucidità cosa che è accaduta in questa sfida; basta davvero un episodio per indirizzarla, infatti, diversamente.
Nella ripresa potevamo fare un po' meglio, ma come prima gara ufficiale sono più che soddisfatto.
Dobbiamo migliorare nella gestione della gara perché tutti i momenti di una partita vanno interpretati con intelligenza". 
Interrogato sui singoli ha risposto: "In ritiro abbiamo lavorato bene, purtroppo, però, non siamo riusciti a disputare l'ultima amichevole.
Viola ha saltato qualche giorno di ritiro e la condizione migliore la ritroverà soltanto giocando, Nocerino ha bisogno di un po' di tempo per arrivare al top perché non giocava dallo scorso dicembre.
Insigne, Ricci ed Improta fanno meno fatica a raggiungere la migliore condizione e stasera si è visto".
Sulla prossimo turno di Coppa con l'Udinese ha detto: "Andare avanti significa affronatare avversari più forti e questo è sicuramente uno stimolo in più.
Anche ad Udine dovremo essere bravi a capire quando sarà il momento di attaccare e quando sarà quello di soffrire"
Su Letizia ha affermato: Ha avuto un piccolo fastidio nella parte finale del ritiro e l'ho voluto comunque rischiare nella partita con l'Ercolanese.
Nei primi giorni della prossima settimana rientrerà con il gruppo".
Sulla gestione dei portieri ha concluso: "Montipò è un ragazzo che stimo molto, ma il portiere titolare è Puggioni.
Anche ad Udine giocherà lui e se dovessimo vincere e passare il turno giocherà Montipò nella partita successiva di Coppa Italia".

Alessio Dionisio, allenatore Imolese
"Essere arrivati fino a qui è stato un bel premio per i miei ragazzi.
Alla lunga sono venute fuori le differenze che esistono tra le due squadre.
Questo Benevento è davvero molto forte e gli auguri le migliori fortune.
La mia squadra dopo un avvio difficile ha alzato la testa e sono contento di quanto fatto nella ripresa.
Dagli errori compiuti si impara anche se, ad oggi, la squadra non è completa.
Siamo partiti da appena tre settimane ed è naturale che dobbiamo trovare ancora la giusta amalgama".

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.115018



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 172144714 / Informativa Privacy