Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1853 volte

Benevento, 31-07-2018 21:07 ____
Presentato all'Epitaffio il nuovo impianto della Pubblica Illuminazione e Mastella snocciala tutte le complicanze della vita amministrativa
A settembre all'Asia faccio piazza pulita. Li' qualcosa non funziona. Non e' possibile si intervenga solo quando telefono io. Bloccato dalla Soprintendenza l'ascensore a Palazzo Mosti. Viale degli Atlantici torna al doppio senso di marcia?
Nostro servizio
  

Dopo l'acqua, l'illuminazione pubblica.
Dopo aver bevuto l'acqua dal rubinetto Gesesa posto quasi ai confini con il territorio beneventano, evento di cui parliamo in altra parte del giornale, il sindaco Clemente Mastella si è spostato all'Epitaffio, sul piazzale della chiesa di Sant'Anna e Sant'Antonio dove ai residenti ha spiegato il progetto che prevede la pubblica illuminazione della zona.
Con il sindaco si sono aggiunti all'assessore Mario Pasquariello ed al capogruppo Giovanni Quarantiello che erano con lui all'inaugurazione dell'acquedotto, l'assessore Antonio Reale ed il consigliere Adriano Reale.
Con loro anche l'ex vice sindaco Enzo Russi.
Adriano Reale, consigliere della zona, ha detto che il suo interesse è stato quello di lasciare un segno dalla gestione di questa Amministrazione comunale.
Ora pensiamo alla illuminazione, poi toccherà al marciapiede che va fino al bivio di Apollosa e poi bisogna pensare alla realizzazione del depuratore.
L'impianto di pubblica illuminazione, lungo circa 3 chilometri, sarà realizzato secondo le più moderne tecniche ed utilizzerà lampade a led. Questo è un progetto che è già finanziato.
Probabilmente, entro agosto, si riuscirà a fare il Bando di gara e prima di Natale si auspica che possa essere inaugurata la nuova linea.
L'altro Reale, Antonio, assessore all'Urbanistica, ha contestato la richiesta giunta dai presenti che hanno voluto la realizzazione anche di una migliore pavimentazione stradale.
Noi stiamo ora pensando alla pubblica illuminazione mentre dimenticate che l'ultimo intervento qui fu fatto nel 2011 con dell'asfalto sottilissimo che andò via con la prima acqua dell'inverno.
Comunque sia, ha detto Mario Pasquariello, assessore alle Opere Pubbliche, le zone maggiormente ammalorate cercheremo di ripararle così come cercheremo di eliminare quella perdita d'acqua sulla strada che è diventa pericolosa soprattutto d'inverno quando ghiaccia.
Giovanni Quarantiello ha ricordato che altri piccoli interventi sono stati già fatti per questa contrada ma si sono sempre scontrati con la rigidità dei frontisti che si irrigidiscono anche quando devono cedere, per un bene pubblico, una piccolissima parte del loro terreno.
Quarantiello ha anche parlato della problematica della regimentazione dell'acqua che fu sbagliata perché venne chiuso un vallone.
Questa è la prima cosa che bisognerà rivedere per far defluire l'acqua.
Quarantiello ha anche ricordato che, grazie alla sua azione, l'Epitaffio nel 2010 venne inserita come zona appartenente al perimetro urbano della città, questo consentì di avere la strada dall'Anas ed oggi su di essa può essere realizzato il marciapiede.
Mario Pasquariello ha confermato che è stata dichiarata guerra alle problematiche delle contrade.
Mastella ha sottolineato le difficoltà nelle opere pubbliche a cominciare dall'ascensore da realizzare a Palazzo Mosti.
Sono stati trovati dei reperti nel momento dello scavo e subito i lavori sono stati interrotti dalla Soprintendenza.
Per quanto riguarda Epitaffio, sarà rifatto in altro luogo il ponte per penetrare nella contrada e sarà reso solo pedonabile quello attuale dove a stento ci passa un'auto.
Mastella poi nel suo ragionamento sulle cose che sta facendo per la città, si è dichiarato praticamente impotente riguardo la pulizia della stessa che resta sporca.
La colpa è certamente dei cittadini che non rispettano le regole, ha detto il sindaco, ma neanche è possibile che ogni qualvolta io veda qualcosa che non va e chiamo l'Asia, la problematica venga affrontata e risolta.
Non è possibile, lì qualcosa non funziona.
A settembre intervengo per fare piazza pulita e sono convinto che la gestione del Comune debba essere dismessa.
Occorre che a portare avanti l'Azienda sia un privato.
Tornando all'Epitaffio, il sindaco ha anche parlato del traffico dovuto dal centro commerciale di contrada San Vito che aumenterà con l'arrivo di altre due grosse aziende: BurgerKing e Decatlon e poi c'è anche H&M.
Anche lì c'è la possibilità di fare una nuova strada ma manca la solidarietà da parte della gente che confina con i propri terreni con il tracciato della strada.
Sempre in tema di traffico, infine, Mastella ha detto di aver parlato quest'oggi con il progettista del nuovo Piano Traffico che si sta realizzando per quanto riguarda ciò che potrebbe avvenire alla fine del viale degli Atlantici allorquando nel 2023, ma anche prima, lì saranno allocati tutti gli Uffici finanziari e non solo dello Stato.
Al tecnico è stato dato incarico di studiare le soluzioni più utili.
Non è escluso che il viale possa tornare a doppio senso di marcia ovvero che questa trasformazione possa toccare solo una parte di esso.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

comunicato n.114914



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 172419958 / Informativa Privacy