Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1355 volte

Benevento, 31-07-2018 20:34 ____
Venti famiglie abitanti lungo la strada provinciale che da Benevento porta a San Leucio del Sannio, saranno rifornite di acqua potabile
Inaugurata la condotta che esiste da anni ma che non era mai stata consegnata alla Gesesa, il gestore del servizio. Nastro tricolore attorno al povero rubinetto che non avrebbe mai pensato di godere un giorno di tanta fama...
Nostro servizio
  

Venti famiglie abitanti lungo la strada provinciale che da Benevento porta a San Leucio del Sannio, saranno rifornite di acqua potabile derivata dall'acquedotto comunale.
Questa sera, dinanzi al sindaco Clemente Mastella, all'assessore Mario Pasquariello, al capogruppo Giovanni Quarantiello, al presidente di Gesesa, Gino Abbate, intervenuto con i consiglieri di amministrazione Alessandra Itro ed Antonio Orafo e l'amministratore delegato, Piero Ferrari, è stato simbolicamente dato il via alla erogazione facendo sgorgare da un rubinetto il prezioso liquido.
Ora che il tratto di condotta è stato ripristinato, già dalla prossima settimana i richiedenti potranno fare domanda alla Gesesa ed avviare la procedura che poi porterà alla fornitura regolare dell'acqua.
In realtà, la condotta era già stata realizzata anni fa dal Comune, ma semplicemente poi non era stata consegnata al gestore di cui non era a conoscenza.
Poi un caso anche fortuito ha fatto arrivare alle orecchie del sindaco e dell'assessore alle Opere Pubbliche questa assurda vicenda a cui quest'oggi si è dato compimento.
Non ci si è dimenticati di nulla per questa cerimonia inaugurale, neanche del nastro tricolore posizionato intorno a quel rubinetto che onestamente non pensava di poter godere un giorno di tanta notorietà.
Un nastro tricolore che il sindaco ha faticato molto a tagliare per via di forbici forse inadatte.
Ma questo è folklore, resta il fatto concreto che l'acqua ora giungerà nelle case di venti famiglie mentre altre aspettano ancora che si completi l'ultimo tratto, circa 250 metri, prima di giungere al confine con il territorio di San Leucio del Sannio che è servito dall'Alto Calore.
Il sindaco si è fatto carico di questa nuova problematica ed ha chiesto al suo assessore alle Opere Pubbliche, Mario Pasquariello, di valutare la possibilità di realizzare al più presto questo nuovo tratto di condotta.
Mastella ha anche bevuto l'acqua zampillata con buona pressione dal rubinetto. Poi scherzosamente ha detto: Domani devo andare a Roma (sempre per un nuovo esame al dito) se qualcuno mi vede che vado sopra e sotto nella carrozza del treno, vuol dire che ho bevuto qualcosa di imbevibile...
La presenza del sindaco ha fatto anche sì che la gente chiedesse anche la realizzazione di un percorso di illuminazione pubblica che in quella zona a tratti c'è ed a tratti no, un percorso che arrivi fino alla città.
Mastella non ha detto di no. Si cercherà di valutare la richiesta magari anche disponendo meglio i pali della pubblica illuminazione che già ci sono e rinforzandone il numero.
E un po' di marciapiedi si possono fare, hanno chiesto, infine, gli abitanti della zona?
Non ci caricate di impegni che non possiamo assumere, ha concluso Mastella.
La strada non è nostra, ma della Provincia.
La richiesta va posta alla Rocca dei Rettori.
Per oggi tra quelle case lontane dalla città, può bastare l'arrivo dell'acqua.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

comunicato n.114913



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 172420015 / Informativa Privacy