Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1362 volte

Benevento, 10-07-2018 10:36 ____
I migranti non vogliono lasciare i Centri del telesino ed inscenano una protesta dinanzi alla Prefettura. Circa 400 devono andare via dal Sannio
Il vice prefetto vicario Ester Fedullo ha detto loro che la disposizione ministeriale di assegnarli a strutture del napoletano e' gia' in vigore e che non si possono allontanare da li' pena la perdita del diritto all'accoglienza
Nostro servizio
  

La protesta dei migranti che non vogliono lasciare o che non avrebbero voluto lasciare le strutture del telesino, protesta cominciata ieri sera a Telese Terme (nelle ultime foto in basso), è giunta stamane al Palazzo del Governo.
Accompagnati dai consiglieri comunali Gianluca Aceto e Gianluca Serafini, sono stati ricevuti dal vice prefetto vicario, Ester Fedullo, assistita dal capo di Gabinetto, Maria De Feo.
In realtà, i trasferimenti in un centro del napoletano sono già stati disposti ed è già lì che avrebbero dovuto travarsi queste persone.
Da lì sono andate via per raggiungere il capoluogo ed inscenare questa protesta.
Sono stati, però, avvertiti che questo non è possibile farlo altrimenti perdono il diritto all'accoglienza.
Queste sono azioni d'urgenza, ha detto loro il vice prefetto vicario Fedullo, concordate con il Ministero dell'Interno, e non è possibile fare altrimenti.
Debbono essere spostati in altre strutture ed il provvedimento riguarda circa 400 persone.
Ci rendiamo conto delle esigenze rappresentate, ha ancora detto loro Fedullo, in quanto ci è stato detto che questi migranti si sarebbero bene integrati nel territorio, alcuni di loro hanno trovato anche un lavoro e quindi non voglio abbandonare quei luoghi e questa situazione di spostamento in altri centri, ha creato loro molto disagio.
E tuttavia, il vice prefetto vicario non ha potuto che richiamare innanzitutto le disposizioni normative che prevedono la perdita del diritto all'accoglienza, come abbiamo anticipato innanzi, a chi si allontana senza esserne autorizzato dalla struttura a cui è stato assegnato, in questo caso strutture del napoletano.
E' scata consigliata quindi calma e tranquillità nel presupposto che se vi fosse la possibilità di una riaccoglienza questo sarà fatto.
Ovviamente, ci pare di capire, questa problematica è legata alla vicenda dei Centri di Paolo Di Donato, a cui, peraltro, anche il Tribunale del Riesame ha confermato gli arresti domiciliari, che vengono smantellati attesa la precarietà della loro vivibilità interna.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

La protesta di ieri a Telese Terme

 

 

comunicato n.114400



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 166161784 / Informativa Privacy