Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1541 volte

Benevento, 08-06-2018 17:24 ____
Clemente Mastella alla Festa di fine anno scolastico incalza i genitori ed i beneventani: Incazzatevi di piu' su cose concrete e non lasciatemi solo
Occorre un sostanzioso movimento popolare per bloccare il degrado dell'Ospedale "Rummo". Sulla mensa sono stato caparbio ed oggi tutto va meglio e nessuno ha perso il posto di lavoro. Il 24 settembre riparte puntuale dice Rossella Del Prete
Nostro servizio
  

Circa 600 bambini delle scuole del capoluogo, quelle dell'infanzia e delle elementari, hanno invaso la bella Colonia Elioterapica (qualcuno ci spiegherà poi perché sulla tabella d'ingresso è scritto ex Colonia Elioterapica, chi ha mutato la natura dell'edificio dichiarandola ex?) "Francesco Cossiga", per festeggiare la fine dell'anno scolastico.
Gelati per tutti ed acqua abbondante visto il sole cocente, offerto dalla ditta Ristora Food che gestisce, con il dovuto decoro, la mensa scolastica di cui parleremo più avanti.
Il sindaco Clemente Mastella, ha voluto sottolineare che ci si ritrova in una bella struttura che grazie alla sua Amministrazione è stata riportata nel giusto splendore ed intitolata a Cossiga.
Ma ricordiamo anche un'altra vicenda che ha rappresentato un mio cruccio, ha detto il sindaco ed anche una riflessione rispetto al fatto di chi me lo fa fare se poi alla fine mi trovo in una città dove c'è tanta indifferenza, tante piccole gelosie, tanti superflui accanimenti e tanta mancanza di prospettiva.
E qui Mastella "a fagiolo", trattandosi di una manifestazione delle scuole, ha parlato della mensa scolastica.
Se non fosse stato per una mia ostinazione, pur avendo avuto ricorsi, controricorsi e finanche contro di me le cuoche e gli altri dipendenti delle ditte che si sono succedute nella gestione della mensa scolastica, anche nel momento in cui volevo la obbligatorietà della mensa pubblica, a scapito di quella privata con cibo portato da casa, la mensa non sarebbe ripartita.
Senza quella mensa non ci sarebbe stata la possibilità di utilizzare quei lavoratori e quegli insegnanti del tempo pieno.
Avremmo perso una ottantina di posti di lavoro.
Mi avete contestato in Consiglio comunale, vi siete schierati contro di me, in una sorta di suicidio sindacale, andando contro i vostri interessi, ha proseguito Mastella rivolgendosi ai genitori presenti ma soprattutto alavoratori della mensa.
Io invece ho insistito, sono andato avanti, nonostante effigiato in malo modo.
Ed è per questo che a volte mi viene da dire a dire: Ma chi me lo fa fare?
Il mio unico interesse è la crescita della città cui voglio contribuire.
Vedo però, ha proseguito Mastella, anche nelle famiglie, una forma di particolare scetticismo.
Sto facendo una battaglia per l'Ospedale della città, che è una schifezza.
Se capita ad un vostro bambino, come è capitato a me che ho accompagnatop un ragazzo in Ospedale perché si era fatto male ad un piede e non c'era nessun ortopedico, cosa fate?
Mi batto contro tuttio questo ma non vedo la vostra vicinanza.
Io posso utilizzare anche gli Ospedali di Roma per la mia persona o la mia famiglia, ma chi pensa alla gente che non può permetterselo?
Interessarsi di questo però occorre che la gente sia vicino all'idea perché è allora che le battaglie diventano più forti.
Ho fatto la guerra anche sulla ferrovia Benevento-Napoli ed ho detto che si impiegava meno tempo alla mia epoca, quando andavo all'Università, che oggi. Ho fatto venire anche "Striscia la Notizia" ma non ci fu nessuno a solidarizzare con me e la mia Amministrazione comunale, anzi.
Poi però ogni tanto qualcuno mi scrive: Sindaco che facciamo per il collegamento con Napoli?
Io da solo posso fare poco se non impegnare la mia forza mediatica di uomo molto conosciuto sul panorama nazionale, ma di più non posso se non c'è anche la forza di un popolo.
Lo stesso dunque per l'Ospedale. Scrivete, impegnatevi dite perché non va.
Mancano otto primari e gli anestesisti. Se si fanno male i vostri, non c'è la ordinarietà.
Mancano gli anestesisti e nessuno dice niente.
Non possiamo essere ridotti ad una squallida realtà periferica dell'Italia meridionale. Noi siamo una splendida realtà.
Riguardo la mensa che rimane ancora in piediin termini ostativi?
Se a luglio deciderà il Consiglio di Stato che dovrà esserci anche il pasto portato da casa, va bene.
Per il momento dobbiamo essere grati per la qualità del cibo servito dalla ditta che gestisce il servizio.
Sono stato a mangiare all'Istituto San Filippo e non ho trovato nulla da ridire.
Vogliamo che la città cresca, questa è la verità e l'impegno.
Lunedì vado a Roma a presentare alla Stampa nazionale il Bct che faremo dal 4 al 10 luglio.
Come è noto si apre con Ligabue ma non canta perché questo è l'impegno che ha preso con me.
Piuttosto presenterà i suoi film.
Ad agosto avremo poi Città-Spettacolo tradizionale.
Mi resta il rammarico della mancata venuta di Gianni Morandi con cui ho parlato ma che in quel periodo è impegnato a girare una fiction.
Rossella Del Prete, assessore all'Istruzione che ha voluto la prima edizione di questa Festa di fine anno delle scuole beneventane, ha detto che riguardo la mensa scolastica, l'Associazione AltraBenevento ha detto che il servizio non funziona ancora alla perfezione ma la qualità del cibo non mi pare venga più messa in discussione.
Tutto e perfettibile e stiamo lavorando per questo. Anche la Commissione sta lavorando.
A tutti i genitori suoi componenti abbiamo dato i recapiti dei funzionari della ditta per modo che in qualunque momento possono segnalare eventuali disservizi.
Anche il sistema di iscrizione alla mensa stiamo cercando di perfezionarlo. Con un app sarà possibile farlo dal computer di casa così come anche la verifica costante dei pagamenti effettuati o da effettuare.
Quest'anno si parte per tempo e penso che andremo alla settimana successiva all'inizio dell'anno scolastico che è fissato per il 12 settembre. Intorno al 24 settembre confidiamo di essere in grado di somministrare il servizio di mensa scolastica.
Nei prossimi giorni, faremo già un incontro con la ditta, i dirigenti, il sindaco per mettere a punto ogni cosa.
Tornando alla manifestazione di oggi, voluta da me e che ha visto come sponsor proprio la ditta Ristora Food, ci auguriamo possa essere migliorata già dal prossimo anno e diventare un appuntamento fisso di fine anno.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                    

comunicato n.113530



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 164139082 / Informativa Privacy