Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1018 volte

Benevento, 15-05-2018 14:39 ____
A Palazzo Mosti l'ingresso gioioso delle quinte classi del plesso "Silvio Pellico" dell'Istituto Comprensivo "Bosco Lucarelli"
Il sindaco Mastella: Ho messo a disposizione della citta', che stava morendo, le mie conoscenze di una vita passata in Parlamento ma devo riconoscere come fosse piu' agevole fare il ministro che il primo cittadino
Nostro servizio
  

Accompagnati dalle insegnati Tilde Maraviglia, Patrizia De Luca, Anna Piccirillo e Nunzia Elianto, sono giunti a Palazzo Mosti gli alunni delle classi quinte del plesso "Silvio Pellico" dell'Istituto Comprensivo "Bosco Lucarelli".
Sono giunti con il sole e sono andati via, purtroppo con la pioggia.
A riceverli, è stata dapprima il presidente della Commissione Pubblica Istruzione, Anna Rita Russo, e poi l'assessore all'Istruzione, Rossella Del Prete, ed il presidente della Commissione Affari Istituzionali, Giovanni Zanone, con il sindaco, Clemente Mastella, che ha parlato del lavoro che si svolge in questo Palazzo ed anche degli eventi più imminenti per quanto riguarda la Cultura: Il 7 giugno il Premio Strega all'Arco di Traiano ed il 4 luglio l'arrivo di Ligabue.
Oggi per scelta sono sindaco di Benevento, sindaco di una città che stava morendo e che stiamo facendo risorgere a nuova vita anche grazie a tutte le mie conoscenze che ho messo a disposizione.
Sono abbastanza forte mediaticamente, ha detto Mastella, anche per il mio lungo trascorso in politica a livello nazionale ed ho dunque una visione diversa della città ma debbo dire, ha proseguito Mastella rivolgendosi ai tanti giovani allievi seduti nei banchi dei consiglieri comunali, che è più semplice fare il ministro, cosa che ho fatto per ben due volte, che il sindaco di una città dove i problemi da affrontare sono veramente moltissimi.
Venendo al carattere che lo contraddistingue, egli ha detto di essere stato sin da piccolo un po' un punto di riferimento, un leader e mio padre, ha detto, si rammaricò quando seppe che andavo a fare l'insegnante: Troppo talento sprecato, mi fece notare.
Invece l'insegnante, peraltro di Filosofia, lo volevo proprio fare e cominciai proprio da qui in questo Palazzo, dove c'era l'Istituto magistrale "Guacci" (e qui una insegnante ha confermato: C'ero anche io qui, in quel periodo, ma in veste di alunna).
Ho avuto la fortuna di fare nella vita ciò che mi piaceva fare, ha concluso il sindaco e quando nel lontano 1976 fui eletto alla Camera dei Deputati, a chi mi intervistò dissi che mi sarebbe piaciuto chiudere la mia carriera politica facendo il sindaco della città e così è stato.
A Mastella, prima di congedarsi, i giovani allievi hanno posto una serie di domande sul funzionamento della macchina comunale.
A loro, il sindaco ha anche raccomandato di amare la città e di essere attenti a come la si tratta.
Ad un'allieva ha offerto di sedersi sullo scranno più alto dell'Aula, quello del presidente del Consiglio comunale e lei, la piccola lo ha fatto ed ha retto il posto con una posa (foto) di chi si è immedesimata già nell'importante ruolo.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

comunicato n.112791



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 167649031 / Informativa Privacy