Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1838 volte

Benevento, 12-05-2018 16:07 ____
Al Liceo Scientifico "Rummo" il Lions Club ha proposto il tema: "Essere consapevoli per vivere meglio". Si e' parlato anche delle malattie veneree
Sull'alimentazione Pina Peda' ha ammonito: Per un attimo di gusto, che danno facciamo...! Giovanni Sarracco ha confermato la necessita' di rapporti sessuali protetti. Carlo Landolfi: Attenzione al papilloma virus. Gianfranco Ucci si' alla prevenzione
Nostro servizio
  

Al Liceo Scientifico "Gaetano Rummo" si è svolto un service del Lions Club Benevento Host su: "Essere consapevoli per vivere meglio", un tema facente parte del più ampio progetto lionistico riguardante la prevenzione.
Ad aprire i lavori, in un'Aula ricolma di studenti ed insegnanti, mentre dall'esterno venivano le grida gioiose e gli incitamenti agli studenti-atleti che stavano disputando una partita di Rugby, è stato il presidente del Lions Club, Oreste Di Giacomo, il quale ha sottolineato che si è voluto creare un momento di sinergia, tra l'istituzione scolastica e l'associazione lionistica, finalizzata ad offrire agli allievi un servizio di prevenzione e di consapevolezza sanitaria.
Questa offerta sanitaria, viene proposta da professionisti qualificati che sono anche soci del Club.
Il dirigente scolastico, Teresa Marchese, ha confermato l'attenzione del Liceo Scientifico "Rummo" verso queste importanti tematiche.
Infatti, quest'anno, con altre 27 scuole italiane, nell'ambito del progetto della Curvatura Biomedica, si è agito per creare peraltro consapevolezza scientifica contro le fake news, le false notizie.
Coordinati da Rosanna Leone, socio lions ma anche docente di Matematica del Liceo ospitante, hanno avuto inizio gli interventi dei tre relatori, tutti soci del Club.
Giovanni Sarracco, dirigente medico dell'Azienda Ospedaliera "Gaetano Rummo" e specialista in Dermatologia, ha parlato su "Le malattie a trasmissione sessuale".
Le malattie veneree, ha detto Sarracco, sono pericolose ed è, quindi, giusto sapere cosa possano provocare e se possono essere curate.
Il medico ha anche sottolineato che la malattia è asintomatica, nel senso che non presenta sintomi particolarmente evidenti e dunque è ancora più difficile diagnosticarla soprattuittio se si ha vergogna a farsi visitare in talune parti del corpo.
Questo porta ad attivare cure fai da te che sono sempre controproducenti.
Particolarmente attenti, bisogna essere sulla trasmissibilità delle malattie veneree, che di norma avviene a seguito di rapporti sessuali non protetti.
Il contagio può avvenire anche tra madre e figlio durante il parto.
Carlo Landolfi, dirigente medico del Presidio Ospedaliero di Ariano Irpino, specialista in Ginecologia ed Oncologia, ha trattato il tema: "Hpv: Prevenzione e terapia".
Lo specialista ha sottolineato la necessità di relazionare sul papilloma virus (Hpv) che è tra le malattie più importanti perché essa è causa di molti tumori del collo dell'utero, non diagnosticato, molto frequente tra le donne.
Al riguardo Landolfi ha consigliato l'analisi del pap-test nell'amito di un'azione di screening che è fondamentale.
E' possibile al riguardo utilizzare anche dei vaccini sia per le femmine che per i maschi di 12 anni, a condizione che non abbiano incontrato i virus contenuti nei vaccini.
La parola è, quindi, passata a Pina Pedà, dietista e presidente nazionale dell'Associazione "Donne alla difesa della dieta" che ha parlato sul tema: "Dieta mediterranea: Nutrizione e benessere."
L'alimentazione, ha detto Pedà, influisce molto sulla immunologia dell'individuo.
Un alimento può addirittura mutare un gene.
E' da circa venti anni, ha proseguito, che stiamo in una situazione pessima riguardo l'alimentazione e non si può dire assolutamente di trovarci meglio rispetto alle precedenti generazioni. Lo stato immunitario potremmo averlo molto basso.
Pedà ne ha avuto anche per chi, pur mangiando molto, non ingrassa: Si sente in questo modo autorizzato a mangiare di più, ma non è così.
La dietista non ha negato un alimento in particolare, ma c'è bisogno di saper bilanciare e valutare bene ciò che mangiamo ed utilizzare sapientemente gli alimenti protettivi.
E' la Dieta Mediterranea che ci viene in soccorso.
In essa, infatti, ci sono tutti gli elementi per una sana ed equilibrata alimentazione.
Facciamo attenzione a ciò che mangiamo e quanto mangiamo.
Per un attimo di gusto, che danno facciamo...!
A chiudere i lavori, è stato Gianfranco Ucci, presidente della III Ciroscrizione del Distretto 108 del Lions Club, il quale ha sottolineato il fatto che la prevenzione sia un elemento importante e per questo noi del Lions continuiamo con lo screenig.
Nella prevenizione ci vedrete sempre impegnati soprattutto nelle scuole, proprio per aprirci ai giovani.
Anche Ucci ha confermato il No a scelte errate nell'alimentazione.
L'evento si è chiuso con delle domande che gli allievi hanno proposto ai relatori sui temi del service.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                    

comunicato n.112715



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 167796197 / Informativa Privacy