Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 456 volte

Benevento, 11-05-2018 21:19 ____
Calcio: Ultima gara casalinga del Benevento in Serie A. Domani con una importante cornice di pubblico ci sara' il Genoa. Cancelli aperti dalle 15.30
L'obiettivo e' chiudere al meglio davanti ai propri tifosi. Out Iemmello e Billong. Recuperato Tosca. De Zerbi: Diro' la settimana prossima quella che sara' la mia scelta. Lo faro' con certezza e chiarezza
di Francesco Maria Sguera
  

Inattesa, quanto incredibilmente piacevole, si è rivelata la risposta del caloroso pubblico sannita verso l'ultima gara casalinga del primo, storico campionato di Serie A del Benevento Calcio.
Sfruttando gli abbordabili prezzi stabiliti dalla società per quanto concerne l'acquisto dei biglietti valevoli la partecipazione all'incontro di domani, alle 18.00, contro il Genoa i tifosi giallorossi hanno risposto più che positivamente, polverizzandoli tutti in meno di dieci giorni.
Sarà, dunque, l'ennesima festa sannita, che coronerà l'amore di un caloroso popolo verso i propri colori, al di là del risultato e della classifica che, mai come quest'anno, ha regalato quasi solo amarezze.
In conferenza stampa, che ha seguito la seduta odierna di rifinitura dei giallorossi, presso lo Stadio "Ciro Vigorito", il tecnico del Benevento si è detto decisamente contento della risposta del pubblico: "Ne ho parlato con la squadra, abbiamo capito che tutti noi dobbiamo dare una risposta positiva.
La gente sa che la squadra ha dato il massimo e terminare il campionato con la retrocessione, uscendo con gli applausi ed il calore della propria gente è un'emozione impagabile".
Lo stesso De Zerbi, successivamente, ha fatto chiarezza sugli indisponibili: "Abbiamo recuperato Tosca, ma hanno dato forfait Billong, per un affaticamento leggero all'adduttore, e Iemmello.
Per quest'ultimo, è stagione finita: non si era ripreso al 100% dal precedente problema che lo ha tenuto fuori per diverso tempo, pertanto è meglio fermarsi e curarsi definitivamente.
Ho deciso di convocare Pinto che è un altro giovane attaccante della Primavera, aggregatosi alla prima squadra.
Purtroppo, per questa gara non hanno recuperato pedine importanti come Djuricic, unico per le sue caratteristiche tecnico-tattiche, e Guilherme, che ci informa continuamente del suo stato: martedì tornerà ad allenarsi con la squadra".
Il punto focale, nonché il più delicato, della conferenza, è stato senza dubbio il momento in cui De Zerbi ha parlato, nuovamente, del proprio futuro: "Dirò la settimana prossima quella che sarà la mia scelta.
Lo farò con certezza e chiarezza, perché spesso leggo falsità, ma soprattutto sto aspettando per far sì che le due gare che ci rimangano da giocare siano gare vere e sentite dai miei ragazzi.
Detto ciò, non sorvolo le questioni, semplicemente ci tengo a restare concentrato sulla fine del campionato.
Il presidente mi ha beccato nella sua ultima intervista?
Non credo proprio.
Ho un rapporto, con lui, che va oltre al campo.
E' un rapporto sincero e so che se avesse qualcosa contro di me, me lo direbbe in faccia.
Tutto ciò che dice lo recepisco con affetto".
L'allenatore, poi, ha subito spento le polemiche inerenti al suo possibile, quanto probabile, addio: "Dico sempre la verità e so che è difficile da credere in un mondo di bugie.
Se dico che non metto nessun'altra squadra in competizione con il Benevento, significa che è vero.
Cosa dico a coloro che credono che sia venuto qui solo in cerca di un trampolino di lancio?
Risponderei con l'abbraccio caloroso e sincero con Vigorito, dopo la vittoria di Milano.
Ho ricevuto tanto da questa società, ma credo anche di aver dato tanto, perché ci tengo.
Posso non essere amato da tutti, lo capisco, ma la correttezza è un mio caposaldo e penso di essermi dimostrato corretto verso l'ambiente giallorosso".
In conclusione, con uno sguardo rivolto alla gara contro i rossoblu: "Non sarà l'occasione di passerella per i giovani, come non lo è stata a Ferrara.
Contro la Spal ha giocato Sparandeo per i molteplici infortuni occorsi nel reparto difensivo.
Preoccupato per le poche motivazioni?
No, contro la Spal abbiamo comunque giocato bene e, sovente, abbiamo messo in difficoltà gli estensi.
Contro il Genoa dovremo dare il massimo anche per vendicare la pesante sconfitta dell'andata: quella era una partita che poteva esser vinta, disputatasi in un periodo per noi positivo, ma il nostro errore a porta vuota, nel finale, sommato ad un rigore dubbio allo scadere e a tanta sfortuna ci ha portati a perdere una gara in maniera clamorosa ed immeritata".
Per lo scontro con i liguri di domani, De Zerbi ha effettuato ventidue convocazioni.
Eccole di seguito: Portieri: Puggioni, Brignoli, Piscitelli; Difensori: Sparandeo, Tosca, Gyamfi, Venuti, Rutjens, Sagna, Djimsiti, Letizia; Centrocampisti: Del Pinto, Volpicelli, Viola, Sanogo, Cataldi, Sandro; Attaccanti: Brignola, Diabaté, Coda, Parigini, Pinto.
Con il ritorno al 4-3-3, tra i pali ci sarà Puggioni.
Davanti a quest'ultimo Sagna a destra, Djimsiti e Tosca al centro, e Letizia, favorito su Venuti, a sinistra.
A centrocampo agiranno Sandro, Viola e Cataldi. Davanti, attese le diverse assenze, dovrebbero giocare Brignola, come ala di destra, Parigini, sul versante opposto, e Diabatè centrale.
Non è escluso, però, che possa partire da titolare anche Coda, o al posto del maliano, o con un cambio di modulo, con conseguente passaggio al 4-4-2.
Discorso diverso, invece, in casa genoana.
Il grifone, quest'anno, dopo un girone d'andata altalenante, con Ballardini ha trovato decisamente maggiore equilibrio, conseguendo un'agevole salvezza, con largo anticipo, viaggiando stabilmente verso il centro della classifica.
Ora è a quota quarantuno punti, all'undicesimo posto ed arriva da due ko consecutivi, in un momento in cui, per i liguri, sembra non vi siano obiettivi concreti da conseguire.
Venti sono i convocati di mister Ballardini: Portieri: Lamanna, Zima; Difensori: Biraschi, El Yamiq, Izzo, Oprut, Rosi, Rossettini, Spolli; Centrocampisti: Bertolacci, Cofie, Hiljemark, Lazovic, Medeiros, Omeonga, Veloso; Attaccanti: Galabinov, Lapadula, Rossi, Salcedo.
Il tecnico genoano ha predicato attenzione ai propri uomini: il Benevento è tenuto a far bene, ma certo il suo Genoa non avrà alcuna intenzione di sfigurare.
Nel suo 3-5-1-1, torna Izzo, che giocherà insieme a Biraschi e Spolli, attesa l'assenza di Zukanovic per squalifica, davanti a Lamanna, che sostituirà l'infortunato Perin.
A centrocampo ci sarà Rosi, sulla destra, mentre Lazovic sarà il tornante di sinistra. Bessa, Veloso e Bertolacci dovrebbero formare il trio di centrocampo, con l'esclusione, almeno dall'inizio, di Cofie.
Medeiros dovrebbe agire, invece, alle spalle di uno tra Lapadula e Rossi, con il primo favorito sull'ex Fiorentina, tornato in gol nell'ultimo match di campionato proprio contro i viola.
Oltre a Zukanovic, è squalificato anche Pandev, mentre tra gli indisponibili risultano: Laxalt, Taarabt, Perin, Rigoni, Pedro Pereira e Migliore.
I giallorossi, mai come questa volta, quest’anno, sono chiamati a far bene: nonostante la disastrosa annata, il popolo sannita è in festa, e vincere nell'ultima gara casalinga potrebbe essere il miglior modo per concludere un amaro, quanto indimenticabile campionato.
Arbitrerà l'incontro Daniele Chiffi di Padova.
Suoi assistenti saranno Michele Lombardi di Brescia ed Alessandro Cipressa di Lecce.
IV Uomo Lorenzo Illuzzi di Molfetta.
Var, Fabio Maresca di Napoli.
Assistente Var, Pasquale De Meo di Foggia.
Il vischietto veneto vanta cinque precedente con i giallorossi sanniti con uno score di un successo, un pareggio e tre sconfitte.
Eccoli di seguito: 3 febbraio 2013: Avellino-Benevento 0-2; 14 aprile 2013: Frosinone-Benevento 0-0; 5 maggio 2013: Pisa-Benevento 2-0; 15 ottobre 2016: Virtus Entella-Benevento 3-2; 18 marzo 2017: Perugia-Benevento 3-1.
La società giallorossa, in una nota, ha informato, che in occasione della gara, i cancelli dello Stadio "Ciro Vigorito" saranno aperti dalle 15.30.
Considerata la numerosa presenza di pubblico, la tifoseria è stata invitata a raggiungere l'impianto sportivo con largo anticipo.

comunicato n.112693



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 172419892 / Informativa Privacy