Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1143 volte

Benevento, 11-02-2018 22:43 ____
Calcio, Serie A: Il Benevento fa tremare la Roma per un tempo poi si scioglie come neve al sole cedendo per 5-2 alla maggiore forza degli avversari
Dopo la bella prova contro il Napoli, Sandro e compagni si ripetono anche all'Olimpico dove sfoderano un ottimo primo tempo passando subito in vantaggio con Guilherme, poi salgono i cattedra i padroni di casa e si fa notte fonda
Nostro servizio
  

Roma (4-2-3-1) Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, Gerson; Under (83' De Rossi), Perotti (88' Schick), El Shaarawy (55' Defrel); Dzeko. A disposizione (Lobont, Skorupski, Juan Jesus, Capradossi, Bouah, Riccardi, Marcucci) Allenatore Eusebio Di Francesco

Benevento (4-3-3): Puggioni; Venuti, Djimsiti, Costa, Letizia (72' Sagna); Viola, Sandro, Djuricic (78' Del Pinto); Brignola, Guilherme, D'Alessandro (59' Lombardi). A disposizione (Brignoli, Coda, Tosca, Gyamfi, Memushaj, Diabate, Parigini, Billong, Iemmello) Allenatore Roberto De Zerbi

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo
Assistenti: Stefano Del Giovane di Albano Laziale e Gianmattia Tasso di La Spezia
IV Uomo: Daniele Minelli di Varese
Var: Paolo Tagliavento di Terni
Assistente Var: Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia
Reti: 6' Guilherme, 26 Fazio, 59' Dzeko, 62' Under, 75' Under, 77' Brignola, 91' rigore Defrel
Angoli: 9-3
Recupero: 2' pt; 3' st
Spettatori: 31.956 per un incasso di 849.133 euro.

Il Benevento fa tremare la Roma per un tempo, poi si scioglie come neve al sole cedendo alla maggiore esperienza della squadra di Di Francesco, perdendo la partita per 5-2.
Dopo la bella prova contro il Napoli, capitan Sandro e compagni si sono ripetuti anche all'Olimpico dove hanno sfoderato un ottimo primo tempo, passando subito in vantaggio con Guilherme, poi è salita in cattedra la Roma e si è fatta notte fonda per gli stregoni.
Venendo alla cronaca, mister Eusebio Di Francesco deve fare i conti con numerose assenze, ma alla fine non rinuncia al consueto 4-2-3-1 con Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov dinanzi ad Allison.
A centrocampo Strootman e Gerson, mentre in avanti Perrotti, Under e El Sharaawy a ruotare alle spalle dell'unica punta Dzeko.
Roberto De Zerbi, dall'altra parte, ripropone lo stesso tema tattico visto allìopera contro il Napoli con il 4-3-3 con l'unica novità di Viola al posto dell'infortunato Cataldi.
In avanti i tre furetti Guilherme, Bignola e D'Alessandro che a turno vestono i panni del "falso nueve" senza dare punti di riferimento alla difesa della Roma.
Pronti via e il Benevento sorprende tutti.
I sanniti appaiono subito frizzanti e al 6' mettono a segno il colpo che non ti aspetti.
Il brasiliano Guilherme con un'azione personale entra in area e, con un tiro preciso, manda il pallone nell'angolino più lontano dove Alisson non può arrivare.
La risposta della Roma due minuti più tardi con El Shaarawy, ma Puggioni si oppone con i pugni.
I giallorossi di casa premono il piede sull'acceleratore e Dzeko si rende due volte pericoloso, ma in entrambi i casi Puggioni gli nega la gioia del gol.
Il Benevento abbassa il baricentro e la Roma sale aumentando la pressione.
Al 26' i locali pareggiano i conti.
Punizione di Kolarov dalla sinistra per il chirurgico colpo di testa di Fazio che gonfia la rete.
Il Benevento perde un po' di coraggio, ma la Roma non ne approfitta nonostante gli otto corner che colleziona nel primo tempo.
Si va al riposo sul 1-1 e con il pubblico dell'Olimpico che rumoreggia nei confronti della squadra di Di Francesco.
Nella ripresa, la Roma cambia marcia.
Di Francesco ridisegna il suo scacchiere inserisce Defrel al posto di El Shaarawy spostando Under in posizione più centrale.
Il fantasista turco alza il ritmo e sono proprio le sue giocate a dare la sterzata decisiva al match.
Al 14' proprio Under mette il turbo sulla destra e pennella al centro un pallone che Dzeko deve solo spingere di testa per il vantaggio capitolino.
Tre minuti più tardi verticale di Dzeko per Perotti che scarica al centro proprio per Under che mette la propria firma sulla gara.
Il Benevento cede il passo e non trova più varchi per poter impensierire la Roma che dal canto suo gioca in scioltezza gestendo con calma il vantaggio.
Al 27' De Zerbi fa esordire Sagna che prende il posto di Letizia, ma la musica non cambia.
E' la notte di Under che alla mezz'ora sfodera un sinistro a giro, siglando la sua prima doppietta con la maglia della Roma.
Il Benevento, però, non molla e subito dopo accorcia le distanze.
Ripartenza di Guillerme che serve sulla destra il neo entrato Lombardi che mette al centro per Brignola che, con facilità, buca Alisson.
Per il baby di Telese, una nuova soddisfazione da mettere nel curriculum che sta diventando, di giorno in giorno, sempre più interessante.
In pieno recupero, c'è il tempo per l'ultima emozione della serata.
Calcio di rigore per la Roma per un fallo di mano in area di Djmisiti.
Dal dischetto Defrel fissa il definitivo 5-2.
Per il Benevento, la magra consolazione di aver impensierito la Roma per un tempo.
Domenica prossima al "Ciro Vigorito" arriva il  Crotone, probabilmente l'ultima chiamata per gli uomini di De Zerbi per tentare un miracolo sportivo.

 

 

 

 

 

comunicato n.110091



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 161831425 / Informativa Privacy