Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2116 volte

Benevento, 07-01-2018 19:56 ____
I centristi di Sinistra riuniti per chiudere sul raggruppamento e sul simbolo. Quelli di Destra con Berlusconi sanciscono l'intesa ma ci sono dei veti
I candidati debbono essere condivisi dai leader del Centrodestra ed era parso ci fosse un ostacolo anche alla presenza di un Mastella. Poi la voce e' risultata priva di fondamento. L'ipotesi di Luigi Abbate con Matteo Salvini
Nostro servizio
  

Ultima giornata delle festività natalizie dedicata già ai preliminari delle elezioni politiche che sono oramai ad un passo: Il 4 marzo.
Dopodomani, martedì 9 gennaio, sarà presentato ufficialmente, nel corso di una conferenza stampa prevista per le 12.00 al Tempio di Adriano, il simbolo di "Civica Popolare" (i termini ufficiali per il deposito al Viminale sono dal 18 al 21 gennaio), il raggruppamento politico che accoglierà al suo interno i demitiani, Lorenzo Dellai, l'Italia dei Valori, Casini ed Alternativa Popolare.
Il simbolo principale sarà quello della Margherita con i simboletti in alto dei quattro movimenti che vi aderiscono (quello di Alternativa Popolare fa sì che non si debbano raccogliere le firme per la presentazione della coalizione) ma i grafici stanno ancora lavorando per renderla, questa Margherita, totalmente dissimile da quella di Francesco Rutelli evitando così un contenzioso giudiziario che porterebbe lontano.
Subito dopo, comincerà la trattativa tra le varie componenti per riempire con nomi attrattivi tutti i Collegi, sia di Camera che del Senato.
Per quanto riguarda i rappresentanti del Sannio, ci sarà certamente alla Camera Luigi Barone.
Questo raggruppamento di centristi, per come è noto, appoggia il Pd.
Sull'altro fronte a Villa San Martino, residenza di Berlusconi, c'è stato, sempre oggi, il vertice tra lo stesso Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni che, assieme al cosiddetto Quarto Polo (formato da personaggi provenienti da Ap, Fi, Lega ed Udc) hanno dato vita alla composizione del Centrodestra.
Anche in questo caso, da martedì prossimo, si cominceranno a chiudere le varie candidature.
Sarebbe stato altresì deciso, nel corso del vertice, che saranno esclusi dalle liste quei nomi che non siano condivisi da tutti i leader dei tre principali partiti.
Il veto al momento riguarderebbe l’ex leghista Flavio Tosi e l'ex montiano Enrico Zanetti.
Era circolato anche il nome di Clemente Mastella, o chi per lui (in questo caso il veto sarebbe stato posto da Salvini, notizia non infondata ma datata), ma poi la voce è risultata essere priva di fondamento.
In questo caso, nel caso del Centrodestra, c'è già il simbolo di Forza Italia che Berlusconi in anteprima ha presentato proprio oggi.
Intanto, sembra reggere l'ipotesi, per certi versi inverosimile se si considerano le origini del personaggio che ha come suoneria del suo cellulare l'inno dell'Internazionale Socialista (quello del vecchio Pci), di una candidagtura di Luigi Abbate, presidente di Gesesa, nel raggruppamento che fa capo addirittura a Salvini, leader della Lega.
A lui spetterebbe un collegio senatoriale.
Non sembra ci sia contrasto su questa vicenda con Clemente Mastella che si aspetta i voti di Abbate sul collegio alla Camera dove dovrebbe essere candidato il figlio Pellegrino.
Abbate dovrebbe poter risucchiare voti a Del Basso De Caro, candidato anch'egli al Senato in modo da depotenziarlo numericamente, ma solo numericamente, nella vittoria finale che non sembrerebbe in discussione.
Questi, al momento, gli argomenti in campo, ma è troppo presto per considerarli definitivi.

comunicato n.109050



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 159747589 / Informativa Privacy