Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2672 volte

Benevento, 06-01-2018 18:41 ____
Aridatece Mastella. Questi si' che erano politici veri, non quelli di oggi. E' la colorita affermazione del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero
Il sindaco, assieme al suo vice Luigi Ambrosone, gli ha fatto visita in albergo dopo aver portato gli auguri per la festa dell'Epifania agli anziani del Centro di San Pasquale
Nostro servizio
  

"Aridatece Mastella.
Questi sì che erano politici veri, non quelli di oggi".
Il vulcanico presidente della Sampdoria Massimo Ferrrero ha ricevuto la visita, questa mattina, del sindaco di Benevento, Clemente Mastella, e del suo vice Luigi Ambrosone.
I blucerchiati, in ritiro in albergo, hanno così rinsaldato un'antica amicizia tra l'ex ministro di Giustizia, ora appunto sindaco di Benevento, ed il numero uno doriano.
I due hanno scambiato opinioni a poche ore dalla sfida, poi persa dalla Sampdoria per 3-2.
Classifiche diverse, obiettivi diversi, ma con Ferrero i due hanno scambiato battute non solo calcistiche con l'ex guardasigilli del Governo Prodi.
Ferrero ha rimarcato: "Sandra e Clemente sono i miei miti.
Conosco Mastella da un almeno un ventennio.
Ho avuto la fortuna d'incontrarlo quando l'Italia aveva dei politici veri".
Poi ha aggiunto: "Anche con l'aiuto di Pippo Baudo l'ho conosciuto e sono andato da lui a Ceppaloni.
Si mangiava e si dormiva bene, sembravo il figlio di un re".
Il presidente della Sampdoria ha parlato anche di calcio e del suo rapporto con Oreste Vigorito: "E' una della persone più belle che abbia mai conosciuto, innamorato di un sogno che non sa come si realizza.
Non posso dare consigli, li darei sbagliati.
Non bisogna fare i presidenti, bisogna esserli".
Ferrero non ha escluso che, in questa sessione invernale di mercato, la Sampdoria possa autorizzare qualche prestito alla società giallorossa: "Vigorito mi aveva chiesto un calciatore.
Siamo amici fuori, ma in campo bisogna essere spietati".
Il pirotecnico presidente blucerchiato, parlando al telefono con la nuora, aveva anche azzardato: "Se non vinciamo a Benevento se sparamo.
Non possiamo perdere anche perché non li aiutiamo così.
Si illuderebbero.
Hanno bisogno di vincere 15 partite.
Se so' svegliati tardi, a noi non ce ne frega niente".
L'attaccante Massimo Coda ed il telesino Enrico Brignola hanno reso indigesta questa Epifania. 
In mattinata, il primo cittadino sempre accompagnato con il suo vice Ambrosone aveva visitato il centro anziani San Pasquale ed i 14 ospiti della struttura (nelle ultime foto in basso).
Il sindaco ha voluto donare dei panettoni artigianali, quelli prodotti dalla moglie, anche agli ospiti della struttura.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

Casa di Riposo San Pasquale

 

 

 

comunicato n.109035



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 166165904 / Informativa Privacy