Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1400 volte

Benevento, 13-11-2017 14:32 ____
Momenti di tensione, questa mattina, dinanzi l'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Benevento
Il Movimento Lotta per la Casa ha protestato per la scrittura del Bando di assegnazione degli alloggi a Capodimonte che non permetterebbe l'accesso in graduatoria delle famiglie ancora ospitate all'interno delle scuole di San Pasquale e San Modesto
Nostro servizio
  

Momenti di tensione, questa mattina, presso l'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Benevento.
Il Movimento Lotta per la Casa ha protestato e chiesto un incontro con l'assessore comunale ai Servizi Sociali, Patrizia Maio ed il dirigente del Settore, Vincenzo Castracane. 
Con il Sunia ed il Sicet Cisl, vuole stabilire le modalità di accesso alle graduatorie per le assegnazioni delle abitazioni popolari.
Perplessità sono giunte dal Movimento dopo che il Comune avrebbe riscritto il vecchio bando destinato alle famiglie per finita locazione, un bando già emesso che aveva poi portato all'assegnazione di un solo alloggio.
Un documento, quindi, che, secondo il Movimento Lotta per la Casa, non permetterebbe l'accesso in graduatoria delle famiglie ancora ospitate all'interno di due scuole quella di San Pasquale e San Modesto.
L'assessore Patrizia Maio, però, ha tranquilizzato tutti: "Dal punto di vista politico c'era la ferma volontà di portare avanti le loro richieste.
E' chiaro che possiamo dare un indirizzo, ma esistono normative e leggi da rispettare".
La settimana prossima dovrebbe arrivare in Giunta il provvedimento dopo essere passato al vaglio del segretario del Comune di Benevento.
Clima comunque non certamente facile questa mattina al viale dell'Università in quanto ai manifestanti è stato impedito di varcare il cancello d'ingresso dell'Assessorato che è stato presidiato dalla Polizia e dai Carabinieri.
Sul posto anche gli agenti della Digos che hanno mediato con i manifestanti.
In tarda mattina, l'arrivo dell'assessore Maio per l'incontro chiarificatore. 
Presenti al tavolo di discussione anche i rappresentanti sindacali Stefano Iovini per la Sicet Cisl e Paolo Iorio per il Sunia
Iorio ha sottolineato: "La legge consente di dare una casa a queste persone, applicando una riserva nei bandi.
Quello che sta per approvare il Comune di Benevento, quindi le 52 abitazioni che verranno costruite al rione Capodimonte, devono attenersi al 25% degli alloggi alle famiglie in emergenza".
Iorio ha sottolineato come occorra l'Osservatorio Politico sulla Casa.
Per il Movimento di Lotta, Cosimo Maio, ha rimarcato come nella delibera ci fosse un errore: "Veniva destinato il 25%, ma non a queste persone che vivono nelle scuole.
Rifare un bando uguale al precedente è inutile".
Poi ha aggiunto: "Il 25%, come prevede la legge regionale, deve essere destinato alle emergenze abitative".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.107427



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 148036141 / Informativa Privacy