Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 121 volte

Benevento, 11-10-2017 18:24 ____
Il coordinatore del Circolo Pd di Telese, Giovanni Moriello contesta l'intervento di Grazia Nacar sull'incontro con Riccardo Monti
Appare quantomeno incongruente, oltre che inconsistente la dichiarazione del coordinatore provinciale dei Giovani di Alternativa Popolare
Redazione
  

Per come scriviamo in altra parte del giornale, Grazia Nacar, coordinatore provinciale dei Giovani di Alternativa Popolare, ha incontrato Riccardo Monti, presidente di Italferr, la società del gruppo Ferrovie dello Stato responsabile del progetto Alta Capacità Napoli - Bari.
Al centro del confronto a Roma, con il presidente del Consiglio di Amministrazione di Italferr, le questioni legate all'impatto dell'opera su Telese Terme.
Sugli esiti di questo appuntamento, contestandoli, è intervenuto il coordinatore del Circolo Pd di Telese, Giovanni Moriello.
"In relazione alla comunicazione di Alternativa Popolare riportata dalla stampa e dai media relativa all'approvazione del Progetto Definitivo dell'Alta Capacità su Telese Terme, appare quantomeno incongruente, oltre che inconsistente - scrive - la dichiarazione del coordinatore provinciale dei Giovani di Alternativa Popolare, atteso che è in pieno svolgimento la Conferenza dei Servizi.
Infatti, la Conferenza, per quanto attiene la verifica e la valutazione delle problematiche relative ai vari enti locali, ha individuato un livello di coordinamento interistituzionale con a capo il sottosegretario Del Basso De Caro, la Regione Campania, e la Rete Ferroviaria Italiana titolare del progetto.
Il sottosegretrario, Umberto Del Basso De Caro, in particolare, ha la delega specifica per l'opera Napoli-Bari ed assume le funzioni di Ministro nel caso specifico.
Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, sviluppa le progettazioni e cura l'affidamento degli appalti in nome e per conto del committente Rfi, non altro.
La valutazione sul tracciato ferroviario è in corso da circa 7 anni a partire dalla presentazione del progetto preliminare al Comune di Telese Terme, risalente, oramai, all'aprile 2010.
Come Partito Democratico, abbiamo espresso in tutte le sedi pubbliche concesse la nostra posizione e ci dispiace che Alternativa Popolare non abbia espresso nel Consiglio comunale aperto la propria posizione su questo importante problema.
In questa vicenda, tutti i soggetti interessati hanno avuto ed hanno pari dignità politica e chiunque ha avuto modo di poter intervenire per migliorare e/o modificare i tanti aspetti che l'opera comporta sul territorio comunale.
Ci dispiace che Monti, presidente di Italferr, sia stato coinvolto, suo malgrado, in questa vicenda pur avendo contezza del livello di Coordinamento in atto. Allo stesso tempo, siamo consapevoli che chiunque voglia discutere ed apportare fattivi contributi può utilizzare i canali che la comunità istituzionale si è data nell'ambito della Conferenza di Servizi, con il supporto tecnico di Italferr, i cui sindaci rappresentano il riferimento locale.
Il Pd ritiene che parlare di canale istituzionale instaurato, al di fuori da qualsiasi logica del procedimento amministrativo in atto, non sia solo fuorviante, ma sia lesivo del lavoro e della rappresentanza degli unici livelli istituzionali che rappresentano le esigenze del territorio, ovvero i Consigli comunali e dei cittadini, tutti, che stanno dando il proprio contributo.
Il Partito Democratico è fortemente impegnato in questa campagna di audit sociale, di ascolto del territorio, consapevole che stiamo vivendo un momento storico importante e decisivo per la nostra valle Telesina e non sarà una ingenua caduta di stile a fermare un processo di trasformazione della mobilità e delle opportunità collettive".

comunicato n.106514



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 149832107 / Informativa Privacy