Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1534 volte

Benevento, 12-09-2017 14:57 ____
E' l'esempio che tutto il Mezzogiorno dovrebbe copiare. La Nestle' oggi sta valorizzando il territorio
Cosi' il ministro della Coesione Territoriale ed il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti all'investimento dell'Azienda nel Sannio. Il sindaco Mastella esprime la gratitudine della citta': Era tanto che non giungeva un segnale di ripresa
di Diego De Lucia
  

"Questo è l'esempio che tutto il Mezzogiorno dovrebbe copiare.
La Nestlé oggi sta valorizzando il territorio."
Il ministro per la Coesione Territoriale ed il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha suggellato, questa mattina, con la sua presenza, l'investimento che Nestle sta attuando nel Sannio.
L'incontro si è svolto all'Auditorium San Vittorino al corso Garibaldi
La fabbrica, costruita a Benevento nel 1974, diventerà l'hub internazionale della pizza surgelata a marchio Buitoni, già prodotta dall'Azienda nella nostra provincia, ma ora incentivata e diretta ai mercati esteri.
La Nestlé, inoltre, entro il 2020 assumerà 150 lavoratori che andranno ad aggiungersi a quelli già esistenti.
Il progetto si attua grazie ad un investimento di 48 milioni ed ai contratti di sviluppo firmati dalla multinazionale con governo, Invitalia e Regione.
Si effettueranno 350 pizze al minuto quando la fabbrica entrerà pienamente a regime, lo ha sottolineato il direttore Corporate Strategy, Massimo Ferro.
Una vera e propria scommessa quella di esportare in tutto il mondo un prodotto, il più tipico in assoluto della tradizione gastronomica italiana, una pizza che, seppur surgelata, promette di non tradire il gusto inconfondibile di questo alimento tanto semplice quanto irresistibile.
Centocinquanta i nuovi quadri, come ha assicurato Leo Wencel, capo di Nestlè Italia
Presenti, insieme a De Vicenti, anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il presidente di Confidustria Benevento, Filippo Liverini, ed il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.
Con loro, l'arcivescovo di Benevento, monsignor Felice Accrocca, il prefetto, Paola Galeone, il questore, Giuseppe Bellassai, il comandante provinciale dei Carabinieri, Alessandro Puel, ed il vice presidente della Provincia di Benevento, Francesco Rubano.
Assente il Ministro Filippo Calenda.
Fare impresa a sud è non solo possibile, ma addirittura altamente concorrenziale.
Ne è convinto il ministro De Vincenti il quale ha parlato di nuova frontiera per un Mezzogiorno che, pur scontando ritardi storici, cresce più e meglio del centronord in termini di pil.
A portare il saluto della città è stato il sindaco Mastella: "Siamo grati a Nestlé per avere scelto Benevento.
Il governo ha fatto da guida all'idea privata".
Mastella ha esortato sia il Governo che la Regione a non dimenticare il Sannio: "Questa è una giornata particolare, da tanto qui non vedevamo segnali di ripresa.
Ci auguriamo, lo chiedo a De Luca e De Vincenti, che si creino le condizioni per una ripresa".
Poi ha ggiunto: "Senza il Mezzogiorno l'Italia non ce la fa.
Siamo un'area interna, vorremmo essere affiancati nella battaglia dalla Regione e dal ministro per il Mezzogiorno.
Siamo fuori dalla Zes, si faccia in modo di rientrare."
Inoltre l'appello: "Benevento decresce dal punto di vista demografico, spero che, come Nestlé ha prestato attenzione, lo faccia anche il Governo".
Il capo mercato del Gruppo Nestlé in ltalia, Leo Wencel, è entrato nel dettaglio: "Il sito di Benevento è parte importante del nostro piano di valorizzazione del Made in Italy.
Da qui porteremo la pizza in tutto il mondo.
Poi Buitoni è un marchio storico".
Infine, ha aggiunto: "Per noi è una grande sfida, speriamo di vincerla".
Il direttore Corporate Strategy, Massimo Ferro, ha sottolineato: "Nestlé ha fatto questo investimento in accordo con i partner: sul piatto ci sono cinquanta milioni.
A settembre partirà la linea Bella Napoli, in costruzione poi altri magazzini, dal 2018 ci saranno altre linee di produzione.
Il nostro progetto vuol coniugare il saper fare italiano con l'innovazione".
il presidente di Confindustria Benevento, Filippo Liverini, lo ha definito un giorno davvero importante: "Nestlé è un'opportunità di lavoro per i giovani, le imprese ed il territorio".
Liverini ha rimarcato come esistono ritardi strutturali e mancanza di infrastrutture: "La realizzazione della Telese-Caianello aumenterebbe il Pil di 240 milioni di euro.
Mi appello a De Luca: per realizzare infrastrutture servono materie prime, e nel Sannio non abbiamo cave autorizzate".
Liverini ha esortato De Luca in un tavolo di confronto su questo argomento: "La nostra provincia invecchia, i giovani scappano, dobbiamo dar loro occasione di restare".
L'amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, ha ribattuto: "Non è vero che Italia non ha ricominciato a crescere.
Non è vero che non si investe a sud: molte aziende straniere hanno investito qui".
Poi l'interevnto del presidente De Luca che ha ricordato l'alluvione di due anni fa riconoscendo come tutti i soggetti in campo abbiano fatto il loro dover per poter provare a ripartire: "Ora il clima è diverso perchè tutti abbiamo fatto il nostro dovere".
Sulla pizza, De Luca ha esortato ad investire sui prodotti campani: "L'obiettivo è una pizza di qualità una volta scongelata.
Non è una bestemmia, ma anche quella surgelata deva essere ottima".
Poi ha aggiunto: "Spero usino mozzarella, olio e pomodori della nostra regione".
Quindi ha lanciato una stilettata alla mozzarella pugliese: "Ai pugliesi lasciamo la burrata: la mozzarella è campana.
Perciò o usate mozzarella campana o perdete quote di mercato.
Amici della Nestlè non perdete tempo con prodotti di altre Regioni, qui non c'è più il sistema clientelare" .
Poi ha ricordato come sotto la sua Giunta si si siano create condizioni importanti per lo sviluppo, ed è arrivato un grande aumento del Pil: "Il lavoro di recupero deve continuare.
Puntiamo a immettere miliardi di euro di risorse tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018.
A Benevento già c'è un bando da 20 milioni di euro e altri soldi arriveranno".
Il ministro De Vincenti si è detto colpito dalle caratteristiche del progetto: "L'importante è che si lavori sui prodotti locali.
E' l'investimento giusto nel posto giusto.
Questo investimento dice che questa terra ha grandi caratteristiche".
Ha poi difeso il Mezzogiorno: "L'atmosfera sta cambiando, con il Mezzogiorno che sta svolgendo un ruolo decisivo.
Qui ci sono tanti giovani scoraggiati, dobbiamo essere lucidi per affrontare queste cose e capire quali energie possono fare uscire da questi drammi.
Ci sono energie vive e dobbiamo lavorare su questo".
A margine dell'inaugurazione scontro sull'abusivismo tra il ministro e proprio De Luca.
Il via lo ha dato il governatore della Campania: "Sulla nostra legge contro l'l'abusivismo abbiamo subito attacchi ingiustificati.
Questo perchè difendiamo l'ambiente".
Frase a cui, pronto, ha ribattuto De Vincenti: "Aver impugnato quella legge da parte del governo significa che si può anche migliorarla.
Apriamo un confronto con la Campania per migliorare la legge".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                             

comunicato n.105613



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 147919519 / Informativa Privacy