Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 3164 volte

Benevento, 09-09-2017 21:49 ____
L'antica struttura della Colonia Elioterapica, realizzata negli anni Trenta dal regime fascista, torna nuovamente nella disponibilita' dei beneventani
Da oggi essa si chiamera' Colonia "Francesco Cossiga". Soddisfatto il sindaco Mastella per l'affidamento alla Cooperativa "Bartololongo" ed alla Federazione Italiana Scherma. Nunzia De Girolamo torna a sollecitare interventi antiprostituzione
Nostro servizio
  

L'antica struttura della Colonia Elioterapica, realizzata negli anni Trenta dal regime fascista, torna nuovamente nella disponibilità dei beneventani e soprattutto di quelli abitanti al Rione Ferrovia.
Da oggi, essa si chiamerà Colonia "Francesco Cossiga" e sarà gestita dalla Cooperativa Sociale "Bartololongo" presideuta da Italo Montella e dal suo vice Antonio Soreca e per una parte, per la palestra, dalla Federazione della Scherma e per essa dall'olimpionico Dino Meglio e dalla campionessa europea Francesca Boscarelli.
Questa è una occasione, ha detto Mastella prima del taglio del nastro, a metà tra la cronaca e la storia.
Per tanti anni, questa struttura era stata abbandonata e poi è stata rifatta.
Non c'è per essa nè la possibilità di manutenerla da parte del Comune né di darla in concessione.
Per il momento, siamo solo ad una prima fase di quella che sarà poi l'intero atto concessorio.
Stasera se ne apre una parte che, con evidenza pubblica e con gara, hanno vinto i ragazzi della Bartololongo.
Ad ottobre inaugureremo anche la palestra della Scherma ed avremo un interessante momento per questa disciplina sportiva.
Ci sarà non solo la possibilità di far partecipare a questo sport tanti nostri piccoli beneventani, ma anche ospitare grandi eventi di questa disciplina.
Io qui venivo a giocare a tennis con mio cugino, ha ricordato Mastella.
Poi ha proseguito: Abbiamo recuperato anche la vicenda dell'Auditorium al Rione Libertà dove c'erano state delle inadempienze amministrative da parte della precedente Amministrazione.
Col piano periferia il Rione Libertà sarà poi nuovamente investito da interessanti iniziative.
Il sindaco Mastella ha poi voluto sottolineare, con compiacimento, il fatto che nell'imminenza dell'incontro di calcio Benevento-Torino, in città sia stata allestita una Mostra proprio sul grande Torino.
Una bella iniziativa che mi auguro possa essere ripetuta in qualche modo anche con le altre squadre che faranno visita alla nostra città in occasione degli incontri di calcio.
Questo è un modo serio e sereno di vivere in civiltà ed amicizia lo sport.
Poi vinca chi vinca.
Personalmente ho fatto gli auguri a quelli del Toro, ma a partire da dopodomani...
Subito dopo il taglio del nastro, Mastella è tornato a lodare l'attivismo della Cooperativa "Bartololongo", ma ha auspicato anche che il quartiere faccia propria questa struttura difendendola da ogni forma di vandalismo così come invece in maniera disdicevole non è accaduto al Rione Libertà.
Mastella, in particolare, ha sollecitato il presidente Montella a promuovere iniziative in questa struttura, ma anche a fare in modo che il lungofiume viva e sia interessato da mostre, esposizioni, mercatini.
Il sindaco ha anche ringraziato l'impresa Mastrocinque Costruzioni che ha realizzato l'impianto.
La benedizione è stata impartita da monsignor Pompilio Cristino, parroco della vicina chiesa di Santa Maria di Costantinopoli.
Ultimate le formalità della inaugurazione, gli amministratori ed il pubblico hanno avuto modo di visitare la bella struttura.
In particolare, la parlamentare azzurra, Nunzia De Girolamo, ha ricordato che aveva prestato servizio come animatrice volontaria proprio alla Colonia Elioterapica e fu l'attuale presidente Italo Montella a volerla nel suo gruppo preferendola a Monica Di Rienzo.
Non ha mancato poi De Girolamo di affrontare con Mastella, alla presenza di don Pompilio, la vicenda della prostituzione che attanaglia quello che per tanti anni è stato il quartiere dove lei ha abitato.
Con una battuta, ha detto a Mastella: Le prostitute non ci sono solo a Benevento, mi dicono che ci sono anche nella tua Ceppaloni e costano anche meno...
Qui, Mastella ha ricordato, con una battuta, il fatto che ad alcune signore sedute in panchine alcuni vecchietti avessero chiesto il costo della prestazione: Furono tolte le panchine...
A monsignor Pompilio Cristino, invece, è stato affidato l'incarico di dissuadere i suoi parrocchiani più anziani dall'usufruire delle prestazioni delle prostitute.
Abbassiamo o eliminiamo la domanda e calerà anche l'offerta.
Sin qui la cronaca dell'evento.
Una nostra osservazione: Sarebbe stato un bel gesto invitare alla inaugurazione anche l'ex sindaco Fausto Pepe che, oggettivamente, va voluto la realizzazione di questa opera.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.105542



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 144047621 / Informativa Privacy