Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1014 volte

Benevento, 09-09-2017 09:48 ____
Perdurante ed incomprensibile immobilismo del Comune che non mette in sicurezza un tratto stradale
Forse si sta rivelando alquanto inopportuno l'incarico di responsabile anche della contabilita' del Comune che il commissario prefettizio ha inteso affidare, da circa un mese, al comandante della locale Polizia Municipale
di Giacomo De Angelis
  

Io nun capisco, ê vvote, che succede. E chello ca se vede nun se crede! Nun se crede!
Prendiamo a prestito questa strofa della nota canzone napoletana "Tamburiata" per introdurre quest’articolo che, si badi bene, non tratta di adulteri e tanto meno di episodi sessualmente scabrosi; più castamente richiama il Comune di Ponte ed i suoi preposti al sollecito rispetto dei propri compiti istituzionali.
Il fatto, o misfatto?
L'esistenza di una precarietà stradale che sebbene comunicata non è stata neppure segnalata agli utenti della strada e transennata!
Perché? Chissà?
Forse si sta rivelando alquanto inopportuno l'incarico di responsabile anche della contabilità del Comune che il commissario prefettizio ha inteso affidare, da circa un mese, al comandante della locale Polizia Municipale.
Probabilmente, tale nuovo carico di lavoro rischia di distogliere il maggiore dalle sue più pertinenti competenze.
Ad ogni modo, la notizia che riportiamo è quella del perdurante e non comprensibile immobilismo del Comune, che non mette in sicurezza un tratto stradale, quello di via Staglio.
Una via, per la verità, un tantino scalognata per una serie di motivi; innanzitutto, nel 2013 la ditta che ha realizzato la nuova toponomastica cittadina ha dimenticato di apporvi la targa viaria (una dimenticanza alla quale intanto non si è posto rimedio); nell'ottobre del 2015 fu inoltre danneggiata da un violento nubifragio che stravolse e pregiudicò la sicurezza di ben tre piccoli viadotti su altrettanti ruscelli.
Anche queste precarietà non furono sistemate; per finire, da svariati mesi (già da febbraio 2017) la via è stata interessata da una serie di smottamenti più o meno rilevanti del fondo stradale; uno di questi, intanto, crea molta apprensione, per le sue dimensioni e, per la mancanza di opportuna segnaletica stradale.
Comunque, dopo mesi di vana attesa nella speranza di un opportuno intervento da parte dell'istituzione locale, una pertinente richiesta d'intervento è stata poi indirizzata alla posta elettronica del Comune, corredata d'immagini fotografiche.
Con la stessa è stato suggerito, in attesa della realizzazione dei consequenziali interventi di ripristino, di apporvi apposita segnaletica per allertare gli automobilisti sulla precarietà stradale, in maniera da prevenire pregiudizio a mezzi e persone.
La segnalazione è del 2 agosto scorso.
Purtroppo, sono trascorsi anche i canonici trenta giorni, ma... niente, niente e niente! Nessun intervento. Indifferenza assoluta! 
A ragione, dunque, ribadiamo: "Io nun capisco, ê vvote, che succede. E chello ca se vede nun se crede! Nun se crede!".
Eppure tale disastrato tratto viario è a servizio anche di talune attività produttive, agricole, di ristoro e imprenditoriali (tra cui, una nota azienda pirotecnica e una di produzione di melograni)!
Intanto, la situazione è ora davvero rischiosa per chi, non del posto, e non conoscendo tale tratto stradale, dovesse percorrerlo soprattutto nelle ore serali e notturne.
Ora, con le prime piogge preautunnali e autunnali, il fenomeno franoso rischia certamente di peggiorare.
Ad ogni modo, non può sottacersi poi anche il rischio che nel frattempo il Comune ed i suoi referenti si stanno pur accollando. Infatti, sembra che la nuova legge sugli incidenti stradali (quella nota come legge sull'omicidio stradale), chiarisce che la responsabilità è anche dei preposti alla manutenzione stradale, e che, quindi, le cause degli incidenti possono essere non solo soggettive, ma anche strutturali!"

 

comunicato n.105518



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 144047587 / Informativa Privacy