Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1158 volte

Benevento, 10-08-2017 10:28 ____
Una nomina resasi necessaria per l'improvvisa defezione, dopo poco meno di un anno, del ragioniere "prestato" da altro Comune
Il Comune di Ponte ha un nuovo responsabile del settore Economico-Finanziario. E' il maggiore Giuseppe Mottola, comandante della locale Polizia Municipale. Lascia perplessi l'incarico ad una ditta esterna per sostenerlo
di Giacomo De Angelis
  

Il Comune di Ponte ha un nuovo responsabile del Settore Economico-Finanziario.
E' il maggiore Giuseppe Mottola (nella foto in basso), comandante della locale Polizia Municipale.
Una nomina resasi necessaria per l'improvvisa defezione, dopo poco meno di un anno, del ragioniere "prestato" da altro Comune.
Il 20 giugno 2016, infatti, il Comune di Roccamonfina ha comunicato lo scioglimento, per recesso unilaterale, della convenzione per la condivisione con Ponte del suo responsabile d'Area.
La nomina del ragioniere Mottola, disposta lo scorso 20 luglio dal commissario prefettizio Olimpia Cerrata ha, comunque, sorpreso anche perché, tra le altre considerazioni, si riteneva che la responsabilità del settore sarebbe stata riaffidata al suo storico tutore interinale, al segretario comunale, Limata.
Ha stupito, comunque, anche per altre ragioni.
Innanzitutto perché il neo ragioniere dovrà, ora, conciliare il nuovo incarico con la sua attività di responsabile del Settore Vigilanza che normalmente richiede una presenza sul territorio; poi per l'inesperienza, dobbiamo ritenere, per un settore tanto articolato e complesso.
Probabilmente, proprio per queste ragioni, dieci giorni dopo il provvedimento di nomina il commissario ha deliberato di istituire un servizio di supporto al ragioniere.
Allo scopo, sarà a breve individuata una competente ditta esterna che dovrà ottemperare i numerosi adempimenti contabili e tributari.
Costo di quest'operazione, 1.200 euro al mese oltre Iva.
Una decisione che, però, contraddice il provvedimento di nomina del 20 luglio scorso laddove il commissario riferisce che per la nomina del responsabile del Settore Economico-Finanziario "risulta necessario avvalersi di risorse interne all'Ente, tenuto conto delle limitate risorse finanziarie disponibili".
Ebbene, come spiega ora il commissario che agli emolumenti disposti per il ragioniere Mottola si aggiungerà il corrispettivo mensile da liquidare alla ditta esterna di supporto al ragioniere?
Infatti, per quest'altro incarico al maggiore-ragioniere è stata attribuita la retribuzione di posizione nella misura che sarà proposta dall'apposito Nucleo di Valutazione nonché l'indennità di risultato.
Un legittimo riconoscimento economico per la duplice responsabilità.
Tuttavia, tale gratifica stupisce perché in controtendenza con il criterio che l'Amministrazione uscente aveva adottato per caso analogo, ovverosia in occasione dell'attribuzione al responsabile del settore Lavori Pubblici anche delle incombenze del Settore Urbanistico-Edilizio.
In tale occasione, infatti, al dipendente non fu attribuita la retribuzione di posizione giacché, così almeno si motivava la decisione, già titolare di altra posizione organizzativa.
Un criterio, questo, poi confermato anche dal commissario quando ha recentemente confermato l'attribuzione ad interim della responsabilità del Settore Urbanistico-Edilizio al responsabile del Settore Lavori Pubblici.
C'è, quindi, un'evidente disparità di trattamento di cui sarebbe interessante conoscere la motivazione.
Altrettanto interessante, sarebbe capire logica e motivazione delle strane decisioni assunte dagli amministratori comunali pro tempore anni 2002 e 2006 che hanno scombinato il settore economico-finanziario.
Infatti, nonostante due concorsi indetti ed espletati (con cospicuo dispendio anche di risorse finanziarie), il posto di responsabile del Settore Economico-Finanziario è tuttora vacante e per il disbrigo delle attività si è dovuti far ricorso a professionalità esterne (altro dispendio di risorse!) ed alla disponibilità del segretario comunale.
Questo perché al vincitore del primo concorso fu, contro ogni logica, concesso, dopo solo un paio di anni dall'assunzione, il nulla osta per il trasferimento a Benevento; il vincitore del secondo concorso, invece, dopo un paio di mesi dall'assunzione diede le dimissioni, ma gli amministratori comunali decisero di non doverlo sostituire con il candidato classificatosi al secondo posto.
Da allora, il settore contabile è diventato, secondo i punti di vista, "croce e delizia"!

                                                             

comunicato n.104864



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 145743289 / Informativa Privacy