Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 115 volte

Benevento, 18-05-2017 11:20 ____
"Il mostruoso e il fantastico dal Fondo Rari e di Pregio"
E' stata prorogata di una settimana la Mostra in atto nella Biblioteca Provinciale "Mellusi"
Redazione
  

E' stata prorogata di una settimana la mostra presso la Biblioteca Provinciale "Mellusi" su "Il mostruoso e il fantastico dal Fondo Rari e di Pregio" curata dalla Cooperativa Epsilon.
Lo ha comunicato il presidente della Provincia, Claudio Ricci, che ha ricevuto una richiesta in tal senso dal responsabile delle sedi museali dell'Ente, Gabriella Gomma.
Diverse scuole, infatti, hanno visitato la mostra ed hanno fatto richiesto ulteriori giornate.
Altrettanto hanno richiesto altri.
"Il successo - si legge nella nota inviata alla Stampa - è stato tale sia per la cura conla quale è stata realizzata la mostra che per il contenuto della stessa.
Si tratta di una straordinaria esposizione, grazie a teche protette, di volumi anche di 600 anni or sono, rari e di straordinario pregio anche tipografico appartenenti al patrimonio dell'Istituto culturale della Provincia al corso Garibaldi.
Questi libri recano marche tipografiche ed incisioni dedicate al mostruoso ed al fantastico e costituiscono, da soli, oggetto di grande attrattiva intellettuale ed estetica.
Oltre a questo, però, la mostra si articola su pannelli didattici esplicativi riproducenti il lavoro dei grandi tipografi attraverso un catalogo del fantastico: chimere, figure mitologiche, mostri e draghi, disegnati ed incisi come marca tipografica a testimoniare e rappresentare le competenze tecniche, le virtù umane e la creatività di editori e stampatori tra il Cinquecento ed il Seicento".
Il visitatore potrà visitare la mostra sino al prossimo 26 maggio.

comunicato n.102367



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 137230248 / Informativa Privacy