Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2370 volte

Benevento, 20-04-2017 16:16 ____
Bernardino Quattrociocchi e' il nuovo amministratore unico dell'Asia, la societa' di gestione del ciclo rifiuti della citta' capoluogo
Si avvarra' della collaborazione di Gianmaria Scocca nella veste di consulente e di Giovanna Razzano come revisore contabile. Lonardo chiude la sua era con frecciatine e stoccate all'Amministrazione Mastella ma poi stappa una bottiglia di spumante
di Diego De Lucia
  

Bernardino Quattrociocchi è il nuovo amministratore unico dell'Asia, la società di gestione del ciclo rifiuti della città capoluogo.
Si avvarrà della collaborazione di Gianmaria Scocca nella veste di consulente e di Giovanna Razzano come revisore contabile.
Sono queste le indicazioni fornite dal sindaco, Clemente Mastella, all'assemblea totalitaria dell'Asia che si è tenuta, questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo Mosti.
I nuovi vertici dell'azienda, diventeranno operativi subito dopo l'approvazione del bilancio, prevista per la fine di maggio.
"Abbiamo deciso di puntare su un nome d'alto profilo - ha dichiarato Mastella al termine dell'assemblea - perché puntiamo a migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti e, nello stesso tempo, a contenere i costi in modo da ridurre la relativa tassa, ovvero la Tari.
L'obiettivo finale è quello di aprire l'azienda alla partecipazione dei privati e trasformare l'Asia in una società mista sull'esempio di Gesesa.
Non è stata una scelta clientelare quella che abbiamo attuato."
Bernardino Quattrociocchi è professore ordinario di Economia e gestione delle imprese presso la facoltà di Economia dell'Università Sapienza di Roma, oltre che direttore scientifico, presso lo stesso Ateneo, del Centro per lo studio e la diffusione dell’economia digitale nel sistema educativo ed imprenditoriale italiano e segretario generale dell'Osservatorio permanente sul franchising.
In passato, è stato consulente per l'attuazione delle politiche antidroga presso il Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, segretario generale della Fondazione Cueim-Crt, amministratore temporaneo di imprese soggette ad interdittiva per mafia e autore di numerose pubblicazioni ed articoli in riviste scientifiche.
Gianmaria Scocca, invece, è finance director-board member payback Italy dell'American Express e precedentemente è stato vicepresidente-head of business planning and analysis della Barclays Italia e senior engagement manager della McKinsey.
Giovanna Razzano, infine, esercita l'attività professionale nel campo della consulenza economica, contabile, tributaria e societaria e della consulenza direzionale e dei controlli di gestione.
E' stata membro del Collegio dei revisori presso il Comune di Sant'Agata dei Goti, sua cittadina di origine.
Finisce, dunque, l'era di Lucio Lonardo come presidente della municipalizzata il quale, proprio questa mattina, nella sede di via delle Puglie, ha tenuto una conferenza stampa di commiato. 
Qualche stilettata, come nel suo stile, Lonardo non l'ha lasciata a casa.
La frecciatina è stata rivolta a Mastella ed all'assessore al Bilancio del Comune Serluca allorché ha detto che per la revoca dell'incarico, l'Amministrazione in carica ha agito in un clima inurbano e di omertà, ovvero "in un clima diversamente trasparente".
Lonardo ha poi rivendicato a sè i risultati della sua gestione: "In dieci anni abbiamo rimesso in piedi un'azienda che era destinata al fallimento".
Lonardo ha ricordato come al suo arrivo la raccolta differenziata era all'8%, ora, invece, ha superato anche Salerno. 
Poi l'affondo su Mastella: "Dovevamo ricevere una medaglia perchè dal 30 giugno scorso, cioè da quando è stato dichiarato il dissesto c'è stato tolto 1 milione dal bilancio.
Dai commissari liquidatori dovevamo ricevere 4 milioni e non c'è stata nessuna risposta".
Per Lonardo, quindi, occorrerebbe una ricapitalizzazione dell'Asia e non basta l'alibi del dissesto: "Bisogna portare i libri in Tribunale per un concordato cioè l'anticamera del fallimento o meglio per vendere o svendere l'azienda".
Lonardo ha, inoltre, lamenta il fatto che il socio unico non abbia voluto sentir parlare di contratto di servizio e che nessuno abbia risposto in merito a questa sua sollecitazione.
Poi ha aggiunto: "Il vero miracolo italiano siamo noi dell'Asia". 
Per il futuro dell'Azienda, Lonardo ha detto che ci si trova di fronte ad una vera e propria bomba ad orologeria e ha attaccato il Comune: "Non c'è chiarezza, sfugge al confronto.
Il modus operandi non mi è piaciuto, ma non sono incazzato". 
Poi tutto l'orgoglio di Lonardo: "Non me ne vado nemmeno da campione d'europa, ma da campione del mondo".
Lonardo ha voluto, comunque, brindare con la Stampa i suoi dieci anni di mandato.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

                                         

comunicato n.101520



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 132890199 / Informativa Privacy