Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 74 volte

Benevento, 20-03-2017 10:49 ____
La Fondazione Gerardino Romano, mercoledi' prossimo 22 marzo, nella sede sociale di Telese Terme ospita Luigi Mansi
All'incontro, coordinato da Felice Casucci, si parlera' di "Imaging Molecolare: guardare il futuro con i piedi ben piantati nel passato"
Redazione
  

Mercoledì prossimo, 22 marzo, alle 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Telese Terme ospiterà Luigi Mansi.
All'incontro, coordinato da Felice Casucci, si parlerà di "Imaging Molecolare: guardare il futuro con i piedi ben piantati nel passato".
"Si tratteranno - si legge nella nota inviata alla Stampa - gli esiti più moderni delle Scienze radiologiche a partire dalla fine dell'800, con la scoperta dei raggi X e della radioattività, fino ai giorni nostri, in cui le procedure tecnologiche sono diventate sempre più performanti, cioè in grado di ottenere immagini morfostrutturali ad altissima definizione (radiografia, ultrasuoni, Tac, Risonanza Magnetica) o funzionali, prima fra tutte quelle ottenibili con la Medicina Nucleare.
Una rivoluzione recente è avvenuta con la disponibilità commerciale delle cosiddette macchine ibride, che contengono al loro interno sia la macchina per l'imaging morfostrutturale (Tac o Rm) che funzionale (Pet o Spect).
L'Imaging Molecolare si può comprendere partendo dal presupposto che gli esseri viventi, quindi l'uomo, sono considerati un sistema di biomolecole in equilibrio dinamico tra di loro.
Lo stato normale, la fisiologia, prende il nome di "omeostasi", in cui tutto il sistema è in perfetto bilanciamento.
La malattia (patologia) può essere vista come uno squilibrio biomolecolare, nel quale le molecole seguono processi alterati.
L'Imaging Molecolare nell'uomo è oggi quasi completamente identificabile nella Medicina Nucleare.
Nell'incontro si parlerà principalmente di Diagnostica medico-nucleare.
Verranno presentati alcuni degli esempi più importanti per dimostrare come è possibile ottenere informazioni estremamente utili per diagnosticare le malattie, caratterizzarle, individuare per ogni paziente la migliore strategia terapeutica".
Luigi Mansi è ordinario di Diagnostica per Immagini e Radioterapia; direttore della Uoc di Medicina Nucleare; coordinatore della sezione scientifica in "Diagnostica per Immagini e Radioterapia" presso il Dipartimento universitario "Magrassi-Lanzara", Università della Campania "Luigi Vanvitelli"; membro associato Cirps (Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile).
Coordinatore o partecipante in progetti di ricerca di oncologia e in ambiti non oncologici.
Autore di oltre 400 lavori, più di 160 su pubmed.
Editore di diversi libri nazionali e internazionali, di cui cinque con Springer International ed uno tradotto in cinese, e di decine di capitoli in libri nazionali e internazionali.
E' Editor in chief, co-Editor in chief e componente dell'Editorial Board di Riviste scientifiche internazionali e nazionali.
Moderatore o relatore ad invito in decine di meeting nazionali e internazionali, consensus conference, workshop.
Mansi è fondatore, membro e componente del comitato direttivo di società scientifiche nazionali e internazionali.
E' componente del comitato scientifico di convegni nazionali e internazionali.
E' stato vincitore del Premio Franco Grandonico e del Premio Byk Gulden.
Team leader della squadra europea vincitrice del campionato del mondo di Medicina Nucleare, Congresso Eanm, Barcellona 2009.

comunicato n.100566



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 139423281 / Informativa Privacy