Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 266 volte

Benevento, 17-03-2017 22:43 ____
Calcio, Serie B: Prosegue il momento nero del Benevento. A Perugia i giallorossi perdono per 3-1
La squadra e' apparsa fuori forma con diversi elementi che sono sembrati svogliati. In pochi hanno lottato fino alla fine per cercare di mantenere la cosiddetta "baracca", ma non ce l'hanno fatta contro le folate offensive degli umbri
di Luca Pietronigro
  

Perugia (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Volta, Belmonte, Di Chiara; Brighi, Acampora, Ricci (56' Gnahore); Nicastro (80' Monaco), Di Carmine, Guberti (65' Terrani). A disposizione (Elezaj, Forte, Mustacchio, Dossena, Fazzi) Allenatore Cristian Bucchi

Benevento (4-2-3-1): Gori; Gyamfi (86' Pajac), Camporese, Lucioni, Pezzi (77' Venuti); Chibsah, Viola (77' Eramo); Ciciretti, Falco, Cissè; Ceravolo. A disposizione (Alastra, Buzzegoli, De Falco, Matera, Del Pinto, Melara)
Allenatore Marco Baroni

Arbitro: Daniele Chiffi di Padova
Assistenti: Vincenzo Soricaro di Barletta e Marco Bresmes di Bergamo.
IV Uomo: Edoardo Paolini di Ascoli Piceno
Reti: 1' Nicastro, 24' Ceravolo, 35' Di Carmine, 66' Acampora
Ammoniti: Lucioni, Gyamfi (B)
Espulso: 79' Belmonte (P) per doppia ammonizione
Angoli: 1-2
Recupero: 0' pt; 5' st.

Prosegue la crisi nera del Benevento Calcio che perde per 3-1 a Perugia.
Per i giallorossi di mister Marco Baroni, è un periodo davero difficile, due punti conquistati nelle ultime cinque partite, che non solo ha fatto perdere contatto con le prime posizioni, ma rischia seriamente di spingere la squadra fuori dalla zona play-off.
Nonostante il ritorno del modulo con cui il gruppo meglio si è espresso, ossia il 4-2-3-1, la Strega è apparsa fuori forma ed a tratti anche svogliata in alcuni dei suoi interpreti.
Alcuni elementi, su tutti Ciciretti, sono in netto calo e forse avrebbero bisogno di un po' di riposo, a centrocampo lo stesso Viola, chiamato a fornire quel qualcosa in più, non sta dando il contributo richiesto.
In pochi hanno lottato fino alla fine per cercare di mantenere la cosiddetta "baracca", ma non ce l'hanno fatta contro le folate offensive degli umbri che hanno spinto sull'acceleratore grazie alla fascia sinistra con Di Chiara e Guberti che hanno avuto la meglio su Gyamfi e Ciciretti.
Eppure il Benevento, con un pezzo di bravura di Ceravolo, era anche riuscito a raddrizzare le sorti del match, ma poi un errore a centrocampo di Chibash ha dato l'avvio al raddoppio dei locali con Di Carmine che ha sfruttato al meglio un bel pallone servitogli da Brighi.
Nella ripresa, poi, i grifoni hanno calato anche il tris con Acampora ed inutile è stato il forcing finale dei giallorossi per cercare di rimettere in piedi una partita ormai segnata.
Venendo alla cronaca, mister Baroni, come detto, ritorna al 4-2-3-1 così davanti a Gori che prende il posto dell'infortunato Cragno ci sono Gyamfi, preferito a Venuti, Camporese, Lucioni e Pezzi.
A centrocampo Chibash e Viola con Ciciretti, Falco e Cissè dietro la punta Ceravolo.
Nel Perugia, mister Cristian Bucchi, orfano di Dezi, si affida al 4-3-3 con Nicastro, Di Carmine e Guberti terminali offensivi.
L'avvio del match è scioccante per gli ospiti che, dopo appena 32 secondi, sono sotto di un gol.
Dalla destra, Del Prete fa partire un bel traversone su cui si avventa di testa Nicastro che insacca nell'angolino alla destra di Gori.
Ancora padroni di casa in avanti al 5' con una conclusione di Guberti che viene bloccata in tuffo da Gori.
Al 9' incursione di Di Carmine e sfera che giunge all'accorrente Guberti che si coordina al volo senza trovare la via della rete.
Poco dopo, è il turno di Ricci con una conclusione dalla distanza, con la sfera che finisce la sua corsa sopra la traversa.
La risposta del Benevento giunge al 20' grazie ad una incursione di Pezzi che mette al centro un bel pallone per Ciciretti il quale supera Brignoli, ma non riesce a concludere a rete grazie all'intervento in scivolata di Brighi.
Due minuti dopo, è ancora il turno dell'ex Messina il quale, dopo una respinta corta della difesa umbra, calcia a giro da dentro l'area di rigore verso la porta con il pallone che finisce a lato non di molto alla destra di Brignoli.
Al 24', però, la Strega riesce ad ottenere il pareggio grazie a Ceravolo il quale riceve un bel pallone in profondità di Falco e, con un tiro a giro, mette alle spalle di Brignoli.
Al 28' è interessante la conclusione di Brighi su cui Gori si distende e blocca a terra.
Pochi gire di lancette ed i padroni di casa tornano di nuovo in vantaggio con Brighi che offre un bel pallone a Di Carmine che in spaccata batte Gori in uscita.
Al 43' una conclusione di punta di Di Chiara dal limite dell'area termina sopra la traversa della porta difesa da Gori.
Nel finale, è debole e facile preda dell'estremo difensore di casa un tiro di Falco ben servito da Cissè.
L'avvio della ripresa vede il Benevento cercare di pervenire al pareggio, così un traversone dalla sinistra di Gyamfi viene sfiorato da Cissè che non riesce a concludere.
Al 10' un cross di Di Chiara dalla sinistra vede Di Carmine concludere con un tiro al volo su cui si immola Pezzi che salva, con la testa, i suoi dalla capitolazione.
Mister Bucchi decide di cambiare qualcosa così entrano Gnahore e Terrani per Ricci e Guberti.
Al 21' il Perugia, proprio grazie ad uno dei nuovi, cala il tris.
Gnahore, dopo un azione insistita a centro area, serve l'accorrente Acampora che, con un preciso tiro rasoterra all'angolino destro, batte Gori.
Al 27' ai padroni di casa viene annullata una marcatura per fuorigioco: Terrani fa partire una conclusione che vede la respinta di Gori, sulla stessa si avventa Di Chiara che insacca, ma è tutto inutile.
Due minuti dopo, scatto in profondità palla al piede di Ceravolo, ma la sua progressione viene fermata al limite dell'area di rigore dall'uscita di Brignoli.
Al 34' i padroni di casa restano in dieci per l'espulsione, per doppia ammonizione, di Belmonte che viene sanzionato per un fallo su Ceravolo.
Un traversone di Venuti, da poco in campo per Pezzi non viene sfruttata al meglio da Ciciretti il cui tiro al volo di interno destro finisce al lato.
Al 39' un cross dalla fascia destra di Gyamfi per l'inserimento del nuovo entrato Eramo, che aveva poco prima preso il posto di uno spento Viola, vede l'ex Trapani deviare il pallone di testa, ma la sfera si spegne fuori alla destra di Brignoli.
In pieno recupero, nonostante l'uomo in meno, è ancora pericoloso il Perugia con una conclusione dal limite dell'area di rigore di Acampora con il pallone che labisce il palo alla sinistra di Gori.
E' questa l'ultima emozione del match, nel prossimo turno, sabato 25 marzo alle 20.30, il Benevento affronterà il Trapani.

Foto: LaPresse

comunicato n.100530



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 139299723 / Informativa Privacy