Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1979 volte

Benevento, 17-03-2017 15:27 ____
Si e' trattato di un rito propiziatorio tra fidanzati. Al parcheggio dei "Sanniti" sembrava fosse stato depositato un feto umano
In ragione di tale ipotesi e' stata fatta giungere sul posto anche Monica Fonzo, medico legale. Trasportato il reperto all'obitorio si e' appurato si trattasse solo di spugna imbevuta di un liquido colorato di rosso
Nostro servizio
  

Si è trattato di un rito propiziatorio tra due fidanzati che poi sono stati individuati dai Carabinieri quello che è accaduto in città.
Nei pressi del Centro Commerciale "I Sanniti", in via dei Longobardi, infatti, nella tarda mattinata, i Carabinieri sono stati chiamati da un avventore che si era accorto di un barattolo posizionato a pochi passi dal parcheggio.
All'apparenza, aveva tutte le sembianze di un feto umano posto in quel contenitore di vetro e poi abbandonato.
Sul posto, in un'area prospiciente il fiume Calore, seminascosto dietro un terrapieno, i militari dell'Arma hanno ritrovato il barattolo indicato, che si presentava ermeticamente sigillato e che conteneva al suo interno un liquido di colore rossastro ed un oggetto, a sua volta legato con dello spago, che i Carabinieri ed il medico legale, Monica Fonzo, intervenuto sul luogo, sin dal primo momento, non hanno attribuito a quello ipotizzato.
Trasportato all'obitorio, dopo gli esami esterni, ci si è accorti che si trattava di due guanti in tessuto, avvolti tra loro con dello spago che erano stati riempiti con una sostanza spugnosa ed imbevuta di un liquido colorato di rosso.
Quindi, è stato possibile attribuire il fatto ad una "fattura" legata a motivi sentimentali.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

comunicato n.100511



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 130821145 / Informativa Privacy