Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 5564 volte

Benevento, 26-09-2022 08:10 ____
Brutta avventura per i mastelliani che vivono in queste ore la loro Caporetto. Sandra Lonardo non sfonda anzi e' poco votata anche nel capoluogo
Dove sono i 50 sindaci di "Noi di Centro"? Imbarazzante la posizione della loro candidata in tanti Comuni anche dove ci sono rappresentanti di peso del Campanile. Francesco Maria Rubano conferma le aspettative e cosi' Domenico Matera. Oltre ogni previsione il Movimento 5 Stelle
Nostro servizio
  

Bisogna andare alle elezioni del 1948 per trovare un voto così deciso, non in termini di numeri in assoluto, sul chi debba governare il Paese.
Stavolta inciuci non ce ne saranno e chi ha perso non andrà al Governo del Paese come è successo negli ultimi anni.
Gli italiani hanno votato ed hanno dato oltre il 44% del consenso alla coalizione di Centrodestra.
L'attesa dalle nostre parti era sulla possibilità di elezione di Sandra Lonardo, questa è la verità, anche perché ad essa era in qualche modo legato anche il destino di questo movimento che Mastella proponeva sul panorama nazionale.
E' andata male, molto male mentre sono stati confermati gli obiettivi di Francesco Maria Rubano, che sarebbe stato eletto alla Camera dei Deputati e di Domenico Matera eletto al Senato, entrambi della coalizione di Centrodestra.
I voti non sono ancora ufficiali e quindi si prendano con le dovute cautele anche le considerazioni che facciamo. Ma questo sembra lo scenario.
A parte i sondaggi farlocchi messi in giro ad arte per sostenere il proprio potenziale elettorato, "Noi di Centro" non convince nessuno. Anzi assiste ad una vera e propria Caporetto.
Francesco Maria Rubano, candidato eletto, con ogni probabilità, del Centrodestra, ha primeggiato quasi ovunque.
Dove sono andati a finire i 50 sindaci mastelliani?
Guardando a qualche paese del Sannio dove c'è un referente importante del movimento di "Noi di Centro", ci si accorge che la gente non ha dato ascolto ai propri sindaci.
A Faicchio dove è sindaco il presidente della Provincia, Nino Lombardi. A Francesco Maria Rubano sono andati 687 voti pari al 44,04%; solo al secondo posto Sandra Lonardo a cui sono andati 396 voti pari al 25,38%; a seguire Sabrina Ricciardi, Cinque Stelle, con 230 voti pari al 14,73%.
A Montesarchio, dove il sindaco è Franco Damiano, mastelliano e presidente dell'Ato Idrico, Rubano raccoglie 1.990 voti pari al 34,16; segue poi Sabrina Ricciardi con 1.608 voti pari al 27,60%, poi c'è Antonella Pepe del Pd con 1062 voti ed il 18,23% e solo al quarto posto si trova Sandra Lonardo con 591 voti pari al 10,14%.
Lo stesso è a San Bartolomeo in Galdo, dove il sindaco, Carmine Agostinelli, è addirittura il segretario provinciale di "Noi di Centro". Anche qui al primo posto troviamo Rubano con 645 voti ed il 31,07% ed al secondo Lonardo con 568 voti e 27,36%.
A Foglianise, dove il sindaco Giovanni Mastrocinque è presidente dell'Asea, è anche qui Rubano al primo posto con 504 voti ed il 31,07% mentre Lonardo è addirittura quarta con 221 voti ed il 13,63%.
A Bucciano, il paese del candidato Domenico Matera e dove egli è sindaco, Rubano ha preso 504 voti pari al 42,25%, Pepe, 240 pari al 20,12% e Lonardo 223 pari al 18,69%.
A Solopaca, il paese del candidato mastelliano e sindaco del paese, Pompilio Forgione, Francesco Maria Rubano ha fatto il pieno con 621 voti pari al 36,90%; Lonardo con 354, la metà, con il 21,03% e Pepe, 315 voti pari al 18,72%. 
Qualche parola anche sul capoluogo dove Lonardo finisce addirittura terza.
Chissà se Mastella continuerà a scrivere sui suoi post che ama Benevento e chissà se resteranno tutti al proprio posto i suoi più stretti collaboratori collocati in giunte e presidenze.
Nei prossimi giorni vedremo cosa succederà.
Nessuno esclude importanti scompaginamenti.
In città, a Benevento, è Rubano al primo posto con 6.910 voti pari al 25,75%. Segue Sabrina Ricciardi del Movimento 5 Stelle, con 6.350 voti pari al 23,66% e solo terza arriva Lonardo con 6.124 voti pari al 22,82%.
Ma Sandra Lonardo non vince nemmeno a casa sua, a Ceppaloni dove al primo posto è Francesco Rubano con 647 voti pari al 34,49%.
Lonardo è al secondo posti con 501 voti con il 26,71%.
Ovviamente Rubano ha fatto il pieno a casa sua, a Puglianello, dove conquista 716 voti pari al 78,42% ed a Lonardo ne lascia solo 78 di voti, pari all'8,54%.
A Torrecuso, paese del consigliere regionale del Pd, Mino Mortaruolo, vince parimenti Rubano con 719 voti pari al 43,.24%. Antonella Pepe del Pd è solo seconda con 321 voti pari al 19.30%. Lonardo a Torrecuso, nel paese del sindaco mastelliano Angelino Iannella, è solo al quarto posto con 244 voti ed il 14,67%.
Ad Apice, paese natio di Antonella Pepe e dove il papà è sindaco, la candidata del Pd prende 1.253 voti pari al 46,41% con Rubano al secondo posto con 727 voti ed il 26,93%. Lonardo è anche qui al quarto posto con 277 voti ed il 10,26%.
Se vogliamo trovare un paese dove la senatrice uscente e candidata alla Camera sia stata premiata con decisione bisogna andare a Ginestra degli Schiavoni, il più piccolo paese del Sannio dove regna incontrastato Zaccaria Spina, recentemente eletto presidente della Comunità Montana su proposta e sostegno dei mastelliani, dove ha preso 120 voti con il 55,30% a seguire Rubano con 38 voti pari al 17,51%.
In totale Lonardo si ferma intorno al 15% ed intorno ai 20mila voti, poca cosa, anzi quasi niente rispetto ai pronistici di casa Mastella.

comunicato n.152405




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 311560301 / Informativa Privacy