Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 315 volte

Benevento, 16-04-2019 12:03 ____
Mercoledi' 17 aprile, Papa Francesco incontra Greta. Due leader morali mondiali e due solitudini. Due grandi leader sconfitti
Fridays for future: E' nato un nuovo Movimento. Una nuova generosa e pulita generazione che il partito e il sindacato dovranno massacrare per difendere lo status quo, afferma Piero Mancini
Redazione
  

Un intervento di riflessioni ci giunge da Piero Mancini (foto).
"Caro direttore - scrive - il quotidiano "Gazzetta di Modena" il 15 marzo, giorno in cui è stato organizzato il primo sciopero mondiale in difesa di Madre Terra, contro i cambiamenti climatici, ha titolato: "In migliaia in centro per difendere la terra. Imponente manifestazione in una piazza della Pomposa gremita".
Anche Gazzetta di Benevento coprì la piccola manifestazione, trecento volenterosi studenti, che si svolse in città.
Non voglio, scrivendo ciò, mettere in evidenza e a confronto la diversa consistenza delle due manifestazioni.
La notizia che mi sembra rilevante e di un certo interesse, tale da far conoscere ai suoi lettori, è che l'organizzatore della molto partecipata manifestazione modenese è stato uno studente di 12 anni, Alex Guidi.
Presentandolo ai lettori, il giornalista che lo intervistò scrisse che il ragazzino aveva le idee molto chiare.
Sembra un caso isolato. Invece, è frequente.
Del resto, la svedese Greta Thunberg, che ha dato vita a questo Movimento, che in pochi mesi ha raggiunto un numero enorme di giovani attivisti, ha solo 16 anni.
Il dodicenne Alex Guidi ha partecipato, sabato 13 aprile, insieme ad altri 500 ragazzi, all'assemblea nazionale svoltasi nell'Università Statale di Milano, per la costituzione della Rete italiana Fridays For Future.
Stiamo assistendo alla nascita di un potente Movimento, oggi solo di opinione, che ben presto diventerà inevitabilmente politico.
I contenuti emersi con forza dall'assemblea sono già politicamente radicali: contro, in modo analitico, il Sistema capitalista-neoliberista.
Del resto, mica possono criticare i nativi australiani!
Non è il primo Movimento costituito da giovani, che nasce e si sviluppa nel nostro Paese.
Ne ricordo almeno sei di molto significativi, dopo il '68.
Tutti, prima guardati con interesse e simpatia da un partito sedicente di sinistra, ieri Pci oggi Pd, da un sindacato complice, come la Cgil e dall'"autorevole" giornale della combriccola, la Repubblica.
Poi usi a reprimerli, non riescendo a controllarli, utilizzarli e strumentalizzarli a fini elettorali.
Un preciso meccanismo che essendo stato utilizzato in tutti i casi precedenti, non può essere dato come contingente.
I giovani che con grande generosità e lucidità si sono messi in cammino, di ciò non hanno contezza.
Faranno l'amara esperienza, purtroppo, sulla propria pelle.
E' da tempo che i dirigenti del Pd, della Cgil e di Repubblica, hanno scelto di essere i più accaniti difensori del sistema neoliberista.
I dirigenti del Pd si sono messi, cinicamente e brutalmente, al servizio di questo sistema per ottenere grandi benefici personali: carriere politiche ad alto livello, visibilità e agiatezza economica.
Illudendo e imbrogliando i propri elettori.
Oggi sono stati messi momentaneamente in disparte, in panchina per essere utilizzati in caso di necessità, in favore di Salvini.
Il nuovo bomber, idolo di grandi masse di tifosi, che ha sostituito Renzi, il bomber di ieri, fuori forma.
Ciò li rende ancora più rabbiosi e aggressivi, dovendo riconquistare i favori dei padroni esponenti dell'alta finanza.
Devono dimostrare di essere più efficienti, efficaci e capaci di Salvini nella difesa dei loro privilegi e del loro sistema.
Un sistema che ha prodotto povertà e disperazione sociale di masse sconfinate.
Che per legittimarsi aveva falsamente, essendone pienamente cosciente, promesso di essere capace di creare un diffuso benessere economico, per tutti.
In realtà, ha accresciuto e aggravato le  diseguaglianze, economiche e sociali, già presenti nel capitalismo.
Che per esercitare il suo enorme potere dispotico, e di controllo su milioni di persone, scientificamente utilizza, oltre i partiti e i sindacati, la comunicazione.
A tutti i livelli e in tutte le sue forme, per propagandare il suo dogma e paradigma economico, come vettore di persuasione occulta, per imporre i suoi valori e la sua mercificata visione della vita.
La società dello spettacolo, della corruzione, materiale e spirituale, contro la serietà e la pulizia morale di una nuova generazione di giovani generosi che vogliono salvare la loro vita, e quella dell'intero genere umano su questo pianeta.
Da sacrificare appena il Movimento diventerà abbastanza forte da mettere in discussione e delegittimare radicalmente il sistema.
Una partita persa prima di scendere in campo.
Nonostante ciò, sono un loro sostenitore, per quanto può valere.
Infine, caro direttore, ho appena appreso dalla radio, che Papa Francesco incontrerà, il prossimo 17 aprile, Greta Thunberg che viene a Roma a presentare il suo libro, "La nostra casa brucia".
Istintivamente ho pensato: è l'incontro tra due solitudini.
Prigionieri, l'uno della curia e dei praticanti, che in maggioranza ascoltano di più le parole di un razzista neofascista, e la ragazza della sindrome di Asperger.
Due grandi scomodi testimoni, per aver denunciato gli effetti collaterali del neoliberismo, sconfitti da una dittatura immorale e disumana.
Una tragedia "moderna".

comunicato n.121597




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 185679312 / Informativa Privacy