Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 502 volte

Benevento, 12-04-2019 18:48 ____
Per Felice Presta del Meetup Partecipazione a 5 Stelle, la nomina di Donato Madaro ad amministratore unico dell'Asia sarebbe illegittima
La fretta di fare nomine e dare incarichi, molto spesso, porta a degli errori da cui non si puo' tornare indietro
Redazione
  

Per Felice Presta (foto) del Meetup Partecipazione a 5 Stelle, la nomina di Donato Madaro ad amministratore unico dell'Asia sarebbe illegittima.
In una nota inviata alla Stampa, quindi, ne ha spiegato i motivi.
"L'Amministrazione mastelliana - scrive - nella sua ignavia amministrativa in questi due anni non ha mai risparmiato nomine e incarichi, più o meno legittimi ma, in molti casi inopportuni.
Tra questi oggi, avendo ricevuto finalmente le carte, possiamo affermare che la nomina di Madaro ad amministratore unico dell'Asia non era probabilmente legittima.
Perché? Ecco la risposta.
Il 31 luglio 2001 si riunì in seduta pubblica il Consiglio comunale di Benevento che aveva all'ordine del giorno: "Definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni articolo 50 del Tuel 267/2000".
Che alla medesima riunione fu approvato all'unanimità il regolamento presentato, regolamento che al punto 3 contiene la seguente disposizione: "Non aver riportato condanne penali e non aver e la qualità di imputato in procedimenti penali o di responsabilità amministrativa".
In pratica il punto 3 indicava che il soggetto incaricato dal Comune, pena la non ammissibilità, doveva essere esente da procedimenti penali.
Il 21 luglio 2017 il Comune di Benevento emise un bando per la nomina di un amministratore unico nella società partecipata Asia Benevento, citando nel dispositivo la deliberazione comunale numero 39 del 31 luglio 2001 relativa agli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso aziende, enti, istituzione cui il Comune partecipa direttamente o indirettamente.
Successivamente, precisamente il 6 settembre 2017, a Palazzo Mosti si riunì l'assemblea ordinaria dell'Asia Benevento, presenti, tra gli altri il sindaco Clemente Mastella e l'amministratore unico, Bernardino Quattrociocchi
L'assemblea deliberò le dimissioni di Quattrociocchi, con decorrenza 6 settembre 2017, e nominò, viste le istanze pervenute, Madaro con quest'ultimo che accettò la nomina.
In contrasto palese con il dispositivo 3 del regolamento approvato nel 2001 e citato anche nella domanda per poter fare l'amministratore unico dell'azienda, Madaro all'epoca della nomina era indagato (come da giornale Avellino Today dell’8 ottobre 2016) per "appalti all'Alto Calore".
Dall’articolo si evince che Madaro, insieme ad altri, è stato rinviato a giudizio e che la prima udienza si sarebbe tenuta il successivo febbraio 2017.
Da febbraio 2017 alla data di nomina di Madaro ad amministratore unico dell'Asia, avvenuta il 6 settembre dello stesso anno pare impensabile che il procedimento penale nei suoi confronti sia stato chiuso in cosi breve tempo.
Per cui, se all'atto della nomina il procedimento era ancora aperto, lo stesso non poteva essere nominato amministratore unico dell'Asia.
Per fare chiarezza, comunque, è stata presentata, nei giorni scorsi, una denuncia alla Procura della Repubblica di Benevento affinché indaghi e chiarisca tutta la vicenda.
La fretta di fare nomine e dare incarichi, molto spesso, porta a degli errori da cui non si può tornare indietro."

comunicato n.121519




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 192513535 / Informativa Privacy