Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 610 volte

Benevento, 04-04-2019 15:36 ____
Visto che lo sciopero della fame attuato dalle mamme santagatesi ha dato un qualche effetto ora propone di metterlo in pratica anche Mastella
Il sindaco ha inviato una nuova richiesta d'incontro urgente al ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, relativamente al problema del depuratore ed incoraggiato dal successo delle donne del Sant'Alfonso, le emula
Redazione
  

Incoraggiato dal successo...
Visto che lo sciopero della fame attuato dalle mamme di Sant'Agata dei Goti ha dato un qualche effetto sin qui, ora propone di metterlo in pratica anche il sindaco Clemente Mastella confidando in altrettanto, analogo, positivo risulotato.
Il primo cittadino ha inviato, infatti, una nuova richiesta d'incontro urgente al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, relativamente al problema dello smaltimento delle acque reflue che, non da ora, affligge la città di Benevento.
"In particolare - ricorda il sindaco nella missiva - la rete fognaria comunale è priva di un adeguato, organico sistema di depurazione, che non si potrà mai realizzare senza un fattivo sostegno finanziario del suo Ministero.
La necessità di tale incontro è oramai improcrastinabile in quanto alcuni interventi propedeutici alla realizzazione del sistema di depurazione cittadino non possono essere realizzati senza un definitivo impegno finanziario da parte del Ministero dell’Ambiente e della Regione Campania".
Contestualmente all'invio della nuova richiesta d'incontro, Mastella ha così commentato: "Nella lettera ho anche ricordato al ministro Costa che l'Italia ha già subito una condanna da parte della Corte Europea di giustizia per non aver ottemperato, in molte città tra cui anche Benevento, agli obblighi comunitari relativi al trattamento delle acque reflue.
Il problema, quindi, ha riflessi che interessano anche il Governo nazionale.
Per questo motivo, spero che stavolta il ministro accolga prontamente la mia richiesta, altrimenti non mi resta altra scelta che mettere in atto uno sciopero della fame (che pare sia l'unico modo per attirare l'attenzione sulla provincia di Benevento) per indurre il Governo ad affrontare un problema che, ripeto, comporta un pregiudizio non solo ai cittadini di Benevento ma più in generale agli stessi interessi nazionali in conseguenza della condanna pronunciata dalla Corte europea di giustizia".

comunicato n.121261




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 220645784 / Informativa Privacy