Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1665 volte

Benevento, 17-03-2019 14:19 ____
Alla Stazione Centrale e' nuovamente giunto il treno storico "Sannio Express" per partecipare all'iniziativa "Una domenica a Benevento"
Al contrario della volta scorsa, che dal convoglio non scese nessuno, stavolta sono arrivate una settantina di persone, per lo piu' di Telese Terme. Napoli e Caserta ancora non rispondono. In Stazione anche il prefetto Francesco Antonio Cappetta
Nostro servizio
  

Puntuale è giunto nella Stazione di Benevento il treno storico "Sannio Express" con destinazione Pietrelcina.
Stavolta, al contrario dell'ultima, quella del 3 marzo, dal cui convoglio non scese nessuno mentre salirono una cinquantina di persone presenti nella Stazione di Benevento, tra cui due scolaresche di Morcone che fecero il numero, stavolta dicevamo, sono scese una settantina, o poco più, di persone ed è questo quello che conta per noi beneventani.
Quasi tutti hanno preso il treno a Telese Terme e dunque questo ci fa dire che ancora non si smuove affatto il turista napoletano, né quello casertano dove pure fa sosta il treno.
Ma non disperiamo.
Oggi, dicevamo, le persone scese dal treno hanno partecipato all'iniziativa: "Una domenica a Benevento" organizzata da Sannio Autentico e Cna, in collaborazione con il Consorzio Sale della Terra.
Da qui, dalla Stazione centrale, con due navette da cinque, sei posti ciascuna, sono stati trasportati al "Mercato della Terra del Sannio" di piazza Risorgimento, in più viaggi.
Forse con un minimo di collaborazione, probabilmente dovuta visto che si dovrebbe remare tutti nella stessa direzione, da parte della Trotta Bus, con un solo viaggio si sarebbero potuti accompagnare tutti i turisti nella zona dell'incontro.
Ad assistere all'arrivo del treno storico, anche il prefetto Francesco Antonio Cappetta che in Stazione era andato ad accompagnare il figlio che aveva altre direzioni da prendere.
Comunque sia, gli ospiti sono stati accolti sul territorio beneventano dalla massima istituzione governativa del territorio.
Questo è un buon auspicio per il futuro.
Una considerazione, adesso, che non c'entra nulla con la manifestazione.
Abbiamo notato, per fatto contingente, che nella Stazione Centrale non ci sono più i bagni pubblici o meglio, ci sono, ma sono con ingresso sbarrato.
Bisogna pagare un euro per accedervi e la macchinetta a cui pagare l'ingresso, peraltro, non dà resto!
Chi ha due euro in tasca, non può usufruirne, deve farsi sotto.
Qui siamo alla follia.
Pur di non pagare chi dovesse tenere puliti i bagni, Ferrovie dello Stato risparmia chiudendoli e mettendoli a pagamento. Tutti, non alcuni.
Di questo passo, senza più alcun controllo del pubblico sul privato, arriveremo che anche i servizi più indispensabili e salvavita, li dovremo pagare, un euro.
La prossima volta che andate in Stazione, ricordatevi di tenere in tasca un euro, duemila lire di una volta!

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

comunicato n.120721




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 220896740 / Informativa Privacy