Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 308 volte

Benevento, 11-02-2019 13:41 ____
Pallavolo femminile, Serie C: La Volare Benevento vince il derby d'alta quota contro l'Olimpia e sale al secondo posto solitario in classifica
La Sg Volley '97 approfitta delle difficolta' dell'Alma Volley e porta a casa tre punti fondamentali nella corsa salvezza. Sconfitta casalinga per l'Accademia con il Pozzuoli
Nostro servizio
  

La giornata del campionato di pallavolo femminile di Serie C è stata contraddistinta dal derby andato in scena a San Salvatore Telesino, tra le padrone di casa dell'Olimpia Volley e la Volare Benevento.
Un gara di alta quota che aveva molto da dire su chi delle due avrebbe potuto continuare il sogno per la promozione in B2.
Il verdetto del campo, unico e insindacabile, ha detto che il team cittadino è il più forte.
Così, dopo la vittoria in Coppa Campania e nel match dell'andata, anche nel ritorno capitan Daniela Foniciello e compagne hanno avuto la meglio sulle avversarie vincendo per 1-3.
Tre punti, dunque, che hanno proiettato le beneventane al secondo posto solitario, a due lughezze dalla capolista Potecagnano che proprio sabato prossimo sarà ospite delle giallorosse.
Sarà questa l'occasione giusta per vendicare la sconfitta, non senza polemiche, della gara disputata in terra salernitana e per issarsi da sola al comando del girone B.
Assente la solita Melania Viscardi, per il resto formazione tipo per coach Francesco Franzese con Foniciello opposto, Denis Ndriollari palleggiatrice, Agnese Iodice e Madona Ulaj schiacciatrici, Valentina Curtis e Neide Pereira centrali, Martina Pisano libero.
A disposizione, oltre Viscardi, l'altra palleggiatrice Roberta Mercurio, l'opposto Maria Lorusso, il libero Giorgia Formato e le schiacciatrici Lara D'Ambrosio e Roberto Bovio.
Per Nico Borghesio, dall'altro lato, Cristiana Pellegrino, palleggiatrice, Maria Grazia Simeone opposto, Marica Armonia e Serenella Matarazzo schiacciatrici, Lalla Lamparelli e Federica Nina centrali, Eleonora Troncone libero.
Combattuto e tirato è stato il primo set con le due compagini in campo ad inseguirsi punto a punto per tutto con alla fine a spuntarla è stata la Volare sul 22-25.
La reazione dell'Olimpia è stata veemente tanto da riuscire ad annichilire le avversarie, incapaci di mettere in difficoltà le avversarie.
Franzese per dare un scossa alle sue ha inserito anche Mercurio e Lorusso per Ndriollari e Foniciello nonché D'Ambrosio per Ulaj, ma è stato tutto inutile con l'Olimpia che ha chiuso sul 25-14.
Il terzo e il quarto gioco hanno avuto una storia simile, cioè disputati sul filo dell'equilibrio e vinti entrambi dalla Volare per 26-28 e 23-25. 
Sugli scudi, ma non è una novità visto il rendimento continuo e costante dell'intera stagione, la prestazione di Pisano, presente a tutto campo, veloce e precisa su ogni pallone disponibile.
"Abbiamo giocato - ha commentato soddisfatto Franzese - una grande partita.
Faccio i miei complimenti alle ragazze.
In settimana avevamo preparato minuziosamente la gara sia dal punto di vista tattico che mentale.
Siamo partite bene nel primo set giocando una buona pallavolo e riuscendo a condurre il gioco e a fare ciò che avevamo preparato.
Nel secondo, invece, abbiamo avuto un calo evidente, complice anche la reazione da parte delle avversarie.
Il terzo e il quarto sono stati due set esaltanti e siamo stati bravi a non disunirci nei momenti decisivi riuscendo a lavorare bene nella fase muro difesa ed a portare a casa questi tre punti che ci danno una grossa motivazione nell'affrontare l'ennesimo scontro diretto contro la capolista di Pontecagnano. Veniamo da una serie di gare ravvicinate dove abbiamo giocato ogni tre giorni per via di recuperi di campionato e fasi finali di Coppa Campania ma, nonostante ciò, le ragazze stanno dando il massimo ad ogni allenamento e ad ogni gara senza mai risparmiarsi.
Ora testa bassa e lavoriamo pensando partita dopo partita senza guardare la classifica.
"Inizialmente - ha invece detto Pisano - ci sono stati dei tentennamenti anche per comprendere e valutare le avversarie e forse in questo frangente c'è stato qualche errore di troppo.
Dopodiché, compresa la situazione, anche grazie all'aiuto delle compagne che sono entrate in corso di gara in momenti importanti, ci siamo riassestate e non abbiamo avuto più dubbi.
Abbiamo ripreso a giocare come sappiamo fare e abbiamo vinto".

Venendo all'Accademia Volley, le ragazze di coach Vittorio Ruscello sono state battute in casa per 0-3 dalla Uisp Pozzuoli.
Dopo il ko dell'andata, la squadra napoletana, dunque, ha concesso il bis anche alla Palestra Rampone dopo una condotta di gara sempre attenta e precisa, soprattutto nei momenti chiave dei tre set che hanno deciso la partita.
L'Accademia non è riuscita a venir fuori in nessuno dei tre parziali, seppur giocati sempre punto a punto, mancando, proprio sul più bello, il colpo decisivo.
La partita, sostanzialmente equilibrata, ha premiato con merito la squadra che ha dimostrato di saper gestire meglio la gara: non a caso Pozzuoli resta tuttora in piena corsa addirittura per il primato e la promozione diretta ed entra a pieno nella zona play off scavalcando al terzo posto l'Olimpia.
Con questo stop, l'Accademia ha detto praticamente addio alle seppur flebili speranze di rientrare nel discorso promozione: gli undici punti di distacco dalla terza piazza appaiono praticamente incolmabili, anche se nelle prossime gare si proverà ugualmente ad ottenere il massimo possibile.
Venendo alla cronaca, sostanziale equilibrio nelle prime battute, le due squadre si sono rincorse senza particolari sussulti.
E' stato a muro che le giallorosse sono riuscite a fare la differenza e a spezzare la parità portandosi 14-11.
Pozzuoli, però, ha pareggiato i conti già a quota 15 e il punteggio non si è schiodato fino al 23-23, quando è stata proprio la squadra napoletana a piazzare lo sprint decisivo con un primo tempo di Del Giudice ed un ace di Musella (23-25).
Forte del vantaggio, Pozzuoli è partita meglio anche in avvio di secondo set (3-7) costringendo il tecnico beneventano Ruscello a ricorrere al secondo time out già sul 9-14.
Le giallorosse non sono riuscite ad essere efficaci ed hanno subito per lunghi tratti l'iniziativa puteolana (13-19).
Il solito insidioso servizio in salto di Pericolo ha riportato l'Accademia fino al 17-19, ma Pozzuoli è stato bravo a non disunirsi e a mantenere il vantaggio fino al 22-25.
Le giallorosse sono apparse demoralizzate e, pur mostrando buona volontà, non sono riuscite, nemmeno in apertura di terza frazione, ad invertire l'inerzia del match.
Pozzuoli si è ritrovata avanti 6-11 ed è sembrata poter amministrare il vantaggio.
Ci ha pensato di nuovo Pericolo a suonare la carica: il suo turno al servizio ha regalato un parziale di 9-0 alle giallorosse che si sono portate avanti sul punteggio di 15-11.
Da quel momento in poi, però, l'Accademia è uscita totalmente dalla partita e con un parziale di 5-14 Pozzuoli ha vinto 20-25 aggiudicandosi set e partita.
L'Accademia giocherà nuovamente domenica prossima in trasferta a Volla.

Venendo, infine, alla Sg Volley '97 le sangiorgesi hanno battuto per 3-0 l'Alma Volley, portando a casa tre punti importanti, contro una diretta avversaria,
per allontanarsi dalla zona rossa della classifica e guardare al prosieguo con più ottimismo.
Le ragazze del team del Medio Calore hanno, così, dato seguito al punto ottenuto ad Arzano la settimana scorsa anche se, sull'esito di questa partita, ha pesato la difficile situazione societaria che sta vivendo la formazione di Sant'Anastasia.
La squadra, già con un roster ridotto all'osso con sole otto atlete disponibili, ha perso per infortunio la centrale Emanuela Paparo oltre all'opposto Annamaria Minichino, out per la febbre.
Una situazione che ha portato coach Roberto Carbonara a chiamare tre ragazze dal settore giovanile, la schiacciatrice Eleonora Baldari, classe 2004, la palleggiatrice Federica D'Ambrosio, classe 2004, e la centrale Rossella Panico, classe 2003, oltre a tesserare, poche ore prima della partita, il libero Roberta Ugon, classe '90, ferma da più di un anno.
Insomma, una situazione non proprio idilliaca per affrontare uno scontro salvezza con Carbonara costretto anche a diversi cambi di ruolo con il libero Vittoria Rapillo spostata opposto, Ida Scibelli palleggiatrice, Maria Luisa Oliviero e Annamaria Amitrano schiacciatrici, Angela D'Aniello e Paola Esposito centrali, quest'ultima fuori ruolo poiché è una palleggiatrice.
In casa Sg Volley '97, assente sempre l'opposto Teresa Negrone a cui si è aggiunta anche la centrale Jessica Iula.
Così in campo sono andate Paola Bocchino palleggiatrice, Giovanna Bernardi e Maria Luisa De Napoli centrali, Lena Laporta opposto con Antonietta Colella e Ilenia Iebba schiacciatrici e Farah Carullo libero.
La mancanza di Iula non si è affatto fatta sentire tanto che le compagne in campo non hanno avuto grandi problemi ad aggiudicarsi i primi due set sul punteggio di 25-14 e 25-15.
Il terzo ha visto un'Alma più arrembante, la quale ha provato a tenere testa alle avversarie ma le non buone condizioni fisiche complessive e i diversi problemi che incombono su questa squadra hanno fatto il resto, permettendo alla Sg Volley '97 di recuperare l'iniziale svantaggio e di chiudere il parziale sul 25-18.
Dunque, tre punti di platino per le sannite che, giustamente, hanno approfittato delle difficoltà delle avversarie per vincere l'incontro e dare ossigeno alla propria classifica.
Nel prossimo turno, la Sg sarà di scena sul campo della Uisp Pozzuoli.

Le foto in basso riferite alla partita Sg Volley '97-Alma Volley sono di Luigi Aquino.

 

 

 

                                           

comunicato n.119767




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 201350309 / Informativa Privacy