Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 165 volte

Benevento, 04-02-2019 10:12 ____
Mercoledi' prossimo, 6 febbraio la Fondazione Gerardino Romano ospita Vincenzo Moretti
All'incontro, coordinato da Felice Casucci e da Maria D'Ambrosio, sara' presentato il libro "Novelle artigiane"
Redazione
  

Mercoledì prossimo, 6 febbraio, alle 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Telese Terme, ospiterà Vincenzo Moretti.
All'incontro, coordinato da Felice Casucci e da Maria D’Ambrosio, sarà presentato il libro "Novelle artigiane", Lavorobenfatto, 2018. L'uomo che aggiustava le cose, Il sogno di Sofia e Le miniature di Luigino.
"Tre novelle, cinque protagonisti e cento personaggi per raccontare - si legge nella nota inviata alla Stampa - sogni che diventano possibilità. Storie senza tempo tra fantasia e verità.
La magia che ti cambia la vita e diventa realtà. Perché Luigino scrive racconti invece di giocare con gli amici?
Come fa mastro Giuseppe ad aggiustare la navicella spazio - tempo? Perché donna Sofia decide di attraversare l’universo di Mem per andare a Cip e incontrare Jonas?
Riusciranno i nostri eroi a realizzare la blockchain del lavoro ben fatto?
Le risposte in "Novelle Artigiane", un viaggio lungo le vie della bellezza e del lavoro ben fatto alla ricerca di sé stessi e del proprio destino.
Saggezza e innovazione, futuro e tradizioni, sapere e saper fare, tecnologia e manualità popolano le pagine di queste novelle che approfittano della lingua parlata per raccontare con leggerezza, in maniera accattivante, talvolta commovente, le storie di Luigino, di Jonas, di mastro Giuseppe e di donna Sofia".
Vincenzo Moretti, sociologo e narratore.
Nato nel 1955 da Pasquale, muratore e operaio elettrico, e da Fiorentina, bracciante agricola e casalinga.
Racconta il lavoro ben fatto su Nòva, Il Sole 24 Ore.
E' ideatore e autore de "Il manifesto del lavoro ben fatto", "A scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia e di consapevolezza", "La notte del lavoro narrato".
Desidera quello che ha e continua ad avere voglia di cambiare il mondo.
Maria D'Ambrosio, sociologa e dottore di ricerca in Scienza della Comunicazione, è professore associato di Pedagogia generale e sociale presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli dove è titolare delle cattedre di Pedagogia della comunicazione, di Comunicazione e culture digitali e di Pedagogia delle organizzazioni.
Responsabile del gruppo di ricerca "Embodied Education" e membro del Dottorato Humanities and Technologies, è anche membro del Comitato Scientifico della Fondazione "Gerardino Romano" e del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica promosso dall'Associazione Italiana del Libro; membro del Comitato Scientifico della Rivista Scienze e Ricerche e della Collana Cartografie Pedagogiche (Liguori editore); fondatore e presidente dell'Associazione culturale f2Lab, cura il blog Artificio su Nòva del Sole24ore.
I suoi interessi si situano tra teatro, ambienti formanti intercodice, estetica, cinetica e cognizione, arte e scienza.

comunicato n.119605




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 197182156 / Informativa Privacy