Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1596 volte

Benevento, 02-02-2019 15:02 ____
Il suggestivo progetto di creare in piazza Santa Maria una scalinata che conduca fino all'area del Teatro Romano riproposto dal Comitato di Quartiere
Assemblea costituente del sodalizio, presieduta da Giuseppe Fusco, della zona San Cristiano-San Filippo-Triggio. L'ipotesi era prevista nel Piano del Centro Storico di Benevento di Sara Rossi e Bruno Zevi all'epoca del sindacato di Pietrantonio
Nostro servizio
  

La zona con maggiori preesistenze di epoca romana, quella del Rione Triggio, diviene ora oggetto di attenzione di un nuovo Comitato di Quartiere che assume il nome di Comitato di Quartiere della zona San Cristiano-San Filippo-Triggio.
Stamane, nell'Oratorio "Giardini Angela Merici" della parrocchia di Santa Maria della Verità, si è svolta l'Assemblea costituente cui farà poi seguito quella formale dinanzi al notaio che sancirà ufficialmente la nascita del sodalizio.
Oggi, diciamo quindi, che ci sono state delle indicazioni, concrete, per la costituzione degli organi sociali.
Presidente sarà Giuseppe Fusco. Suo vice sarà Luigi Buonaguro, segretaria Fiammetta Marulli e tesoriere Carmen Baccari.
Ci saranno poi deleghe su vari argomenti che saranno affidate ai componenti del direttivo.
Tra queste a Nicola Cicchella, pediatra, assieme a Nunzia Zotti, andrà quella all'Infanzia; a Filomena Donato, architetto, funzionario dei Vigili del Fuoco, Decoro e Sicurezza; a Linda Ocone ed al Fai del capo delegazione Patrizia Bonelli, l'allestimento di uno spettacolo, interpretato da gente del luogo che si trasformerà in attori, da proporre alla 40esima edizione di Città-Spettacolo.
La riunione, a cui hanno preso parte una trentina di persone, è stata condotta dal presidente designato Giuseppe Fusco.
E' stato presente anche don Marco Capaldo, parroco di Santa Maria della Verità, che ha concesso l'uso dei locali.
Sono stati molteplici, come spesso accade in questi casi, gli argomenti accennati e tra questi il più affascinante è stato certamente quello di un diverso ingresso da pensare per il Teatro Romano, un ingresso che consentisse anche la sosta per i pullman dei turisti.
E' stato a questo punto ricordato il progetto di antica memoria, che prevedeva una grande scalinata che da piazza Santa Maria portava appunto all'area del Teatro Romano.
L'idea è quella di ripropoprre all'Amministrazione comunale questa antica trasformazione dell'area, peraltro già inserita nel Piano Particolareggiato del Centro Storico degli architetti Zevi e Rossi (approvato definitivamente dal Consiglio Comunale il 25 marzo 1989).
Si è quindi parlato di una maggiore pulizia ed illuminazione nelle cosiddette aree cieche non escludendo l'installazione di telecamere collegate al sistema di video sorveglianza.
Bisogna verificare poi se fosse possibile inserire anche l'area del Triggio nella Zone Franche che prevedono agevolazioni fiscali alle attività commerciali.
Particolare attenzione va poi posta alla installazione di bagni pubblici e di cestini per la raccolta di piccoli rifiuti.
Ancora, è stata chiesta la definitiva valorizzazione dell'area detta dei Morticelli e la messa in sicurezza degli immobili fatiscenti.
In particolare a don Marco è stato chiesto d'interporre tutti i suoi buoni uffici con il Capitolo Metropolitano, di cui lo stesso don Marco è parte, Capitolo proprietario del sito, affinché si possa trovare qualche formula giuridica per riqualificarlo, magari con l'8 per mille destinato alla Chiesa ed assegnarlo per la gestione.
Infine, è stata annunciata la realizzazione anche di un sito Internet che riporti non solo le attività del Comitato ma accolga anche tutte le sollecitazioni e le proposte della gente del luogo.
Ecco come nel volume "Piano del Centro Storico di Benevento" di Sara Rossi e Bruno Zevi, (1989), conservato nell'Archivio storico di "Gazzetta", all'epoca del sindacato di Antonio Pietrantonio, era descritto l'intervento in piazza Cardinal Pacca, meglio nota come piazza Santa Maria.
In corrispondenza di piazza Pacca, una serie di gradonate a giardino che accompagnino l'andamento naturale del terreno fino al margine contiguo all'edificazione di via San Filippo ed all'area dell'antica chiesa di San Pietro (nell'ultima foto in basso).
Particolare importanza è attribuita alla realizzazione di un percoso pedonale di connessione tra via San Filippo e piazza Pacca (eventualmente meccanizzato) ed alla saldatura visiva (anche con opere di pavimentazione) tra piazza Pacca e Bagni, allo scopo di creare un percorso archeologico-paesaggistico continuo.
L'obiettivo generale è, infatti, quello di giungere alla configurazione di un Parco archelologico urbano che connetta il nucleo di piazza Pacca-Bagni con i nuclei del Teatro Romano, di piazza Duomo-piazza Orsini, dell'Arco del Sacramento, di piazza Feoli, dell'Arco di Traiano.


Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

comunicato n.119577




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 197441189 / Informativa Privacy