Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 752 volte

Benevento, 02-02-2019 13:39 ____
Carissimo Pierino, il Vangelo ci insegna che nulla e' cambiato poiche' il cuore dell'uomo, ferito dal peccato originale, e' diventato cuore di pietra
Non e' piu' capace di amare in modo libero e gratuito, portandolo a ricercare il proprio interesse egoistico, risponde don Nicola De Blasio alla lettera aperta di Piero Mancini pubblicata da "Gazzetta"
Redazione
  

Don Nicola De Blasio (foto), direttore della Caritas, ha replicato alla missiva inviata al nostro giornale da Piero Mancini.
"Carissimo Pierino - scrive - ho scelto la Festa della Presentazione al Tempio di Gesù, per rispondere alla tua lettera aperta pubblicata su "Gazzetta di Benevento".
Nella pagina del Vangelo che viene proclamata nella liturgia eucaristica di oggi, Lc 2,22-40, l'autore sacro riporta il dialogo tra il profeta Simeone e la Vergine Maria, dopo aver ricordato la missione di salvezza e speranza dell'umanità per cui quel Bambino è stato donato agli uomini, anticipa il dolore e la sofferenza che dovrà patire Maria quando il figlio le sarà tolto con la violenza e sarà condannato alla morte in croce da chi esercita il potere politico (Ponzio Pilato famoso perché si lava le mani invece di difendere la verità e far trionfare la giustizia) e chi esercitava il potere religioso (Anna e Kaifa i sommi sacerdoti della sinagoga ebraica, che lo condanneranno per paura che, la novità del rapporto tra Dio e Uomo che Gesù predicava, poteva sminuire il loro ruolo di capi del popolo).
Ma anche il popolo, fomentato da chi lo minacciava o gli raccontava bugie, lo condannerà, dimenticando il bene che Gesù aveva fatto e, soprattutto, dimentica che, solo pochi giorni prima (domenica delle palme), lo aveva osannato e accolto trionfalmente, stendendo finanche i loro mantelli a terra mentre passava per le strade a dorso di un asino, nel suo ingresso a Gerusalemme.
Quindi, carissimo Pierino, il Vangelo ci insegna che nulla è cambiato poiché il cuore dell'uomo, ferito dal peccato originale, è diventato cuore di pietra, non è più capace di amare in modo libero e gratuito, portandolo a ricercare il proprio interesse egoistico.
Se l'umanità avesse realmente metabolizzato gli insegnamenti di Gesù, a prescindere se si è credenti o meno, dopo duemila anni di cristianesimo, non dovremmo avere sulla faccia della terra, diseguaglianze, guerre, violenza, olocausti, pulizie etniche, lotte per il potere, sfruttamento, schiavitù, razzismo, distruzione dell’ambiente, discriminazione e chi più ne ha più ne metta.
Credo che i quesiti che tu hai posto a me siano maggiori delle capacità che io posso avere.
Sono solo il direttore della Caritas.
La Caritas è un organismo ecclesiale che ha, come sua mission, una funzione prettamente pedagogica.
Attraverso il suo metodo di contemplazione attiva: Ascoltare, Osservare, Discernere, testimonia, attraverso le Opere Segno, l'Amore che Gesù aveva verso Dio e verso il Prossimo.
Ciò che come Caritas beneventana stiamo tentando di fare, attraverso la diffusione del nostro Manifesto Politico-Pastorale de i "Piccoli Comuni del #Welcome" (#Pcw), è finalizzato ad infondere, nelle piccole comunità rurali, paesi al disotto dei 5.000 abitanti della nostra Italia, uno spirito di accoglienza e di solidarietà, perché siamo convinti che solo favorendo le relazioni personali, l'incontro e il dialogo tra le persone, soltanto facendo incontrare gli sguardi tra chi già c’è e chi ora arriva, possiamo costruire nuove comunità.
Per questo, carissimo Pierino, invito te e grazie a te, invito tutti gli uomini di buona volontà, credenti o non credenti, a resistere contro questa dilagante cultura dello scarto, come la definisce papa Francesco, a non smettere di essere seminatori di amore e non di odio, di verità e non di menzogna, di pace e non di violenza.
Anche io voglio concludere questa mia con un invito, non a guardare o ascoltare un video, ma a venire di persona nei luoghi di relazione che abbiamo costruito, quelle Opere Segno parlanti che sono sorte dall'implementazione locale del #Pcw: il Centro "E'... più bello Insieme", l'Orto di casa Betania, il Charity Shop, lo Store del consorzio "Sale della Terra", la Cittadella della Carità, il Market Solidale nella città di Benevento; il Borgo Sociale di Roccabascerana; la Fattoria Sociale Villa Mancini a Ponte; l'Albergo Diffuso di Campolattaro.
Oppure ti invito a compare un giornale, gustare un caffè, mangiare un buon panino e bere una birra in quei locali che, per contrastare la lotta all'azzardo, hanno scelto di essere #NoSlot, rimettendoci economicamente.
Trova il tempo per fare visita alle famiglie, ai minori nelle case Minori Stranieri non Accompagnati (Msna) di Benevento, ai giovani accolti nei Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (Sprar) di quei piccoli comuni, Petruro Irpino, Roccabascerana, Chianche, Santa Paolina, Pietrelcina Torrecuso, Castelpoto, Baselice, Sassinoro, San Bartolomeo in Galdo che, grazie al coraggio dei sindaci e della loro popolazione, hanno scelto di non costruire muri di cinta per chiudersi allo straniero, ma hanno costruito ponti di solidarietà, hanno aperto i loro cuori e le loro case ed ora sono rinati, evitando così la "morte" per spopolamento.
In questi paesi del nostro Sannio e dell'Irpinia, stanno nascendo cooperative di comunità, creando lavoro per i giovani autoctoni e per quelli che sono arrivati e hanno scelto di rimanere, in questi piccoli borghi, dopo essere scappato da guerre, carestie, desertificazione, povertà.
Queste persone hanno affrontato un viaggio pericolosissimo, che è costato la morte a tanti, è approdato sulle nostre coste, hanno trovato nelle nostre piccole comunità, accoglienti e calde di amore, il loro #PortidiTerra.
Caro Pierino, il male non avrà mai il sopravvento sul bene, finché ci saranno uomini e donne che agiscono e si impegnano per costruire comunità solide e solidali.
Non donano il loro tempo agli altri, senza distinzione di razza, religione, genere a ciò che fanno o pensano gli altri, per mero interesse egoistico di profitto economico.
Uomini e donne che scelgono di fare politica, non per sete di potere, ma per realizzare il bene comune e la salvaguardia del creato.
La morte, non avrà mai l'ultima parola sulla vita, finché ci saranno uomini e donne capaci di mettersi in gioco per difendere gli ultimi, i deboli, i fragili, gli oppressi, e non per cercare il consenso o l'applauso.
Non importa se tu non credi in Dio, ma è importante sapere che Dio creda in Te. Ti aspetta.
Fondamentale è che tu, io, noi, non molliamo, non ci scoraggiamo, ma continuiamo ad impegnarci per la costruzione di una società più umana e più solidale.
Martin Luther King, nel suo famoso discorso, pronunciato a Washington il 28 agosto 1963, diceva: "I have a dream", Io ho un sogno, se resti da solo o io resto da solo il sogno resterà sogno, se invece tu ti impegni ed io mi impegno perché questo sogno diventi di tutti, allora esso diventerà realtà.
Ti aspetto in Caritas perché tu possa diventare un nostro volontario e aiutarci a rendere più umana la nostra città, la nostra chiesa, la nostra Italia, il nostro mondo".

comunicato n.119575




SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 197182136 / Informativa Privacy